Excite

Come fare la rottamazione della propria auto

Anche per quanto riguarda la demolizione di un autoveicolo, il cittadino è costretto a seguire un iter burocratico abbastanza complesso, soprattutto se questa demolizione non è finalizzata all'acquisto di un'altra macchina. Ma a chi bisogna rivolgersi? Quale documentazione è necessaria? Quali sono i costi? Ecco una breve guida su come fare la rottamazione di un'auto.

Come fare a rottamare un'auto e quali sono i documenti necessari

A molti è capitato di dover rottamare un'autovettura, anche se nella maggior parte dei casi, a fronte dell'acquisto di un'auto nuova, in modo da poter sfruttare gli eco-incentivi frequentemente introdotti dal governo per favorire il mercato automobilistico e la vendita di macchine nuove con un impatto ambientale ridotto rispetto alle autovetture vecchie.

In questo caso la procedura è molto semplice e lineare, visto che dovrà essere lo stesso concessionario, dal quale si acquista la macchina nuova, a compiere tutto l'iter burocratico della demolizione, entro 30 giorni, come indicato dalla legge vigente, rilasciando, infine, anche il certificato di rottamazione. Ma come fare quando la rottamazione dell'auto non è legata all'acquisto di una nuova autovettura? Anche in questo caso bisognerà ottemperare al decreto legislativo 22 del 5 febbraio del 1997, che ha introdotto le automobili fra i rifiuti pericolosi.

Strutture preposte alla rottamazione

  • Centro demolizioni e centro di raccolta: entrambi per essere in regola devono possedere una specifica autorizzazione per la gestione dei rifiuti, rilasciata dalla provincia o dalla regione di appartenenza.
  • agenzia di pratiche per demolizione auto, che seguono la pratica a partire dal ritiro del mezzo, fino alla consegna al demolitore.

Documenti richiesti Al momento della consegna dell'auto devono essere fornite anche le targhe, la carta di circolazione e il certificato di proprietà (o il foglio complementare). Nel caso qualche documento risultasse mancante dovrà esser presentata un'apposita denuncia fatta ad uno degli organi di pubblica sicurezza.

Costi I costi della rottamazione auto presso le autodemolizione, sono di euro 29,24 per il pagamento dell'imposta di bollo che passa ad euro 43,86 senza certificato di proprietà. A questo bisognerà aggiungere 7-10 euro per i costi di un eventuale trasporto del veicolo e 7,44 euro per gli emolumenti spettanti all'Aci. Il costo totale per la rottamazione auto può variare dalle 70 alle 150 euro, in base al centro e al comune in cui si rottama il veicolo.

Certificato di rottamazione

Dopo la consegna del veicolo al demolitore verrà rilasciato il certificato di rottamazione che dovrà riportare i seguenti dati:

  • nome, cognome ed indirizzo del proprietario;
  • dati del veicolo;
  • numero di registrazione o chiara identificazione, oltre che la firma del titolare dell'impresa che rilascia il certificato;
  • l'autorità competente che ha rilasciato l'autorizzazione all'impresa;

e soprattutto

  • data e l'ora di rilascio del certificato e della presa in carico del mezzo;
  • l'impegno a provvedere alla richiesta di cancellazione dal PRA.

Con il certificato di rottamazione infatti decade ogni responsabilità del proprietario riguardo a bolli, multe ed eventuali incidenti seguenti alla consegna della vettura.

Dopo la rottamazione cosa bisogna fare per bollo ed assicurazione?

Visto come fare per la rottamazione della propria auto rimane da chiarire l'aspetto riguardante l'assicurazione ed il bollo. Per quanto riguarda il primo aspetto, la demolizione del veicolo dà diritto al rimborso del premio per il periodo non goduto al netto delle imposte, mentre per quanto riguarda il bollo la rottamazione blocca l'obbligo del pagamento a patto che venga comunicata prima della scadenza, altrimenti si è tenuti al pagamento anche per il periodo successivo.

motori.excite.it fa parte del Canale Blogo Motori - Excite Network Copyright ©1995 - 2017