Excite

Guida ai modelli LML: la sfida indiana alla Vespa

La LML è una storica marca indiana di scooter, nota per aver collaborato con la Piaggio fino al 1999. Nonostante l'interruzione della collaborazione con l'azienda italiana, la Lohia Machines Ltd ha fatto tesoro del 'know-how' ottenuto, lanciandosi con modelli di motocicli alquanto simili alla Vespa nel mercato americano, della Nuova Zelanda e recentemente anche in Europa, grazie ad una joint venture con imprenditori italiani che ha portato alla nascita della LML Italia. Ecco quindi una guida ai principali modelli LML commercializzati in Europa.

    lmlitalia.com

Star: un unico modello per una vasta gamma di versioni

L'azienda di Kanpur produce in realtà (così come per la succitata Piaggio con la Vespa) un unico modello, chiamato Star, presentato, però, in numerose varianti, due tempi e quattro tempi, oltre che in varianti vintage e speciali.

Scooter a due tempi La Star a due tempi presenta un motore Euro 3 monocilindrico con immissione del carburante a 'pacco lamellare', raffreddato ad aria forzata. Queste caratteristiche hanno permesso una riduzione delle emissioni di CO2 e dei consumi ed al contempo un miglioramento delle performance, molto buone anche in funzione del cambio manuale. Particolarmente adatto al traffico cittadino il telaio, monoscocca, leggero ma ben equilibrato, garantisce una discreta facilità di manovra. La Star 2T è disponibile con motorizzazioni da 125 e 150 cc, disponibili entrambi ad un prezzo a partire da 1850 euro.

Scooter a quattro tempi La versione quattro temi del modello LML è equipaggiata da un nuovo motore, disponibile con cilindrate da 125, 150, 151, 200, monocilindro orizzontale monoalbero con due valvole, in gradi di garantire la percorrenza di 60 Km con solo un litro. Ma la più importante innovazione dello scooter indiano è rappresentata dal telaio, rafforzato da un particolare 'scheletro' di tubi di acciaio, in grado di aumentarne la robustezza, ma allo stesso tempo riflettendosi anche su altri aspetti legati alla sicurezza, fra cui la diminuzione del tempo di frenata (addirittura del 50%). Disponibile a partire da 1970 euro.

Gamma I Per concludere la guida ai modelli LML è sicuramente da segnalare la Gamma I, messa in commercio dall'azienda indiana a fine 2011. Questo scooter rappresenta un'ottima commistione fra passato (per quanto riguarda il look) e modernità (per quanto riguarda la meccanica). Lo Star I è infatti dotato di un motore ad iniezione, sviluppato da un'azienda italiana facente parte del gruppo Ducati, caratterizzato da un aumento delle performance, rispetto ad un omologo motore a carburatore del 5%, anche per quanto riguarda i consumi. A partire da 2920 euro

Modelli speciali

Lo scooter Star è disponibile anche in edizioni speciali, sia da un punto di vista delle motorizzazioni che della meccanica, oltre che per gli allestimenti. Ad esempio per gli amanti della velocità sono disponibili la versione Corsa da 165 cm3, con allestimenti sportivi, e la Sport, caratterizzata da un look alquanto aggressivo. Per i giovani e chi ama i colori estrosi, la LML ha invece predisposto la versione Art e Bifluo, entrambe con colori e disegni originali ed inconfondibili. Merita una menzione a parte la Off-Road, dotata di pneumatici tassellati e fari laterali fendinebbia che la rendono adatta anche a terreni sterrati e alle più difficili condizioni atmosferiche.

Il pregio di non temere i colossi del settore

La presente guida ai modelli LML ha toccato tutti i tipi di scooter prodotti dall'azienda indiana, da cui si evince che la gamma offerta al momento è abbastanza ampia, ma c'è ancora un notevole margine di miglioramento. Nel frattempo le politiche aziendali hanno dimostrato carattere, ed hanno puntato soprattutto verso un buon rapporto qualità prezzo.

motori.excite.it fa parte del Canale Blogo Motori - Excite Network Copyright ©1995 - 2017