Excite

Che limiti hanno i neopatentati?

Da diversi anni ormai si parla dei limiti alla guida per i neopatentati. L'ultima legge che disciplina la materia è la numero 120 del 29 luglio 2010, le limitazioni però, come previsto dal testo, sono effettive dopo il 180esimo giorno di entrata in vigore, quindi dal 9 febbraio 2011, e riguardano perciò soltanto coloro che hanno preso la patente dopo quella data. Vi sono limitazioni che interessano sia la patente di categoria A, quella per i motocicli, che la categoria B, quella per gli autoveicoli.

    www.mit.gov.it

Autoveicoli e motocicli: restrizioni di potenza e velocità

L’articolo n° 117 del Codice della strada, con le modifiche apportate dalla legge 120/2010, per la categoria B, non consente, per il primo anno dal rilascio, la guida di autoveicoli che hanno un rapporto potenza/tara superiore a 55 kilowatt per tonnellata (kw/t) e comunque con una potenza assoluta superiore a 70 kw.

Il divieto alla guida scatta anche per il superamento di uno solo di questi due limiti. Piccola parentesi, per chi ha subito condanne penali per l'uso, la detenzione e lo spaccio di droghe, tali limiti restano in vigore per 3 anni. Di contro, tali limitazioni sulla potenza non si applicano a veicoli adibiti a trasporto di una persona invalida, purché quest’ultima sia presente sul veicolo. Sempre nei primi tre anni, ci sono limiti di velocità per i neopatentati; non è consentito guidare oltre i 100 Km/h sulle autostrade e oltre i 90 Km/h sulle strade extraurbane principali.

Per quanto riguarda invece i motocicli e la patente A, per i primi 2 anni dal conseguimento, non si possono condurre motocicli di potenza superiore a 25 kW oppure con un rapporto potenza/massa superiore a 0,16 kW/kg,a meno che il conducente abbia compiuto 21 anni e abbia sostenuto l'esame conmotocicli di elevate prestazioni.

I minorenni alla guida di ciclomotori fermati con un tasso alcolemico compreso tra 0,1 e 0,5 g/l non potranno prendere la patente B fino a 19 anni, o addirittura fino a 21 se il livello di alcol supera 0,5 g/l.

Attenzione anche ai limiti di alcol nel sangue. Se generalmente il limite è di 0,5 grammi per litro (g/l) per i neopatentati è zero assoluto e, in caso d’infrazione, multe e sanzioni maggiorate.

    ilportaledellautomobilista.it

Status di neopatentati e decurtazione punti

Se alcune limitazioni fin qui citate sono da rispettare solo nel primo anno, il titolare di patente sotto i 3 anni per "status" viene definito neopatentato e come tale gli vengono decurtati il doppio dei punti previsti dalla sanzione. Durante gli stessi tre anni, la mancanza di violazioni determina invece l'attribuzione di un punto all'anno fino ad un massimo di tre punti. Per neopatentati si intendono tutti quelli che conseguono la patente per la primavolta, senza discriminazioni di età, perciò vale anche per chi la prende a 50anni, ma anche per chi la consegue a seguito della perdita totale dei punti.

Vetture adatte a neopatentati

Sono diverse le auto che i neopatentati possono guidare, ma certo molte di più sono quelle che non possono condurre. Qui di seguito elenchiamo alcuni modelli di automobile, molti dei quali ambiti dai giovani, che possono essere condotti anche da neopatentati:

  • Audi A3 Sportback 1.6 tdi 90 cv (rapporto kw/t 47,31)
  • Alfa Romeo Mito 1.4 16v Junior 58 cv (rapporto kw/t50,22)
  • Citroen C3 1.4 Eco Energy G 54 kw (rapporto kw/t 43,03)
  • Fiat PuntoEvo 1.3 Mjet 75CV 55 kw (rapporto kw/t 47,21)
  • Ford Ka 1.2 51 kw (rapporto kw/t 48,34)
  • Mazda 2 1.3 16V 75CV 55 kw(rapporto kw/t 53,40)
  • Mercedes Classe A 160 Automatic60 kw (rapporto kw/t 44,61)
  • Mini One D Clubman 66 kw (rapportokw/t 52,38)
  • Opel Tigra Twintop 1.4 16V 66 kw (rapporto kw/t 53,44)
  • Peugeot 207 1.6 HDi 66 kw(rapporto kw/t 54,82)
  • RenaultClioSportour 1.5 dCi 85CV 63 kw (rapporto kw/t 49,61)
  • Seat Ibiza ST 1.2 TDI CR 55 kw (rapporto kw/t45,45)
  • ToyotaYaris 1.0 12V 51 kw (rapporto kw/t 47,22)
  • Volkswagen Nuova Polo 1.4 bifuel 63 kw (rapportokw/t 51,94)
    microsites.audi.com

Come districarsi tra tara e kw

Conoscere la tara di un’automobile non è semplice come appare, in quanto non è così scontato trovare tale voce tra le caratteristiche tecniche del modello. Il problema potrebbe sorgere in particolare con gli autoveicoli immatricolati prima del 4/10/2007. Spesso si fa confusione tra tara e massa del veicolo. Per “massa” si intende il peso del veicolo senza conducente, ma con il pieno di carburante. La “tara” invece è la massa del veicolo vuoto più il peso del conducente, che per convenzione è stabilito in 75 chilogrammi. Il dato si può comunque ricavare cercando tra le caratteristiche dell’auto il valore della "massa a vuoto". In questo caso, per ricavare la tara bisogna aggiungere alla "massa a vuoto" i 75 kg del conducente. Il rapporto potenza/tara si ottiene dividendo la potenza in kw per la tara in tonnellate.

Un consiglio: in caso di un nuovo acquisto potreste farvi rilasciare direttamente dal concessionario la dichiarazione che attesta l'idoneità del veicolo alla guida da parte di un neopatentato. E ricordate: rispettate sempre i limiti imposti per neopatentati e non!

motori.excite.it fa parte del Canale Blogo Motori - Excite Network Copyright ©1995 - 2017