Excite

Normativa UE Moto Euro 3

Tutto quello che c'è da sapere sulla normativa UE Moto Euro 3, una delibera della Commissione Europea riguardante il tema dell'inquinamento. Verranno spiegati brevemente i punti chiave della normativa, chiarendo quali sono i motocicli che rientrano all'interno della categoria Euro 3 e come districarsi con il libretto della propria moto.

Vediamo in dettaglio i punti più importanti della normativa UE Moto Euro 3.

  • Quando è stata varata? La delibera è del 1999, quando l'Unione Europea iniziò ad affrontare in maniera energica l'aspetto dell'inquinamento ambientale, adottando misure che sarebbero poi entrate in vigore gradualmente nel corso del tempo. In quello stesso anno furono emanati i protocolli Euro 1, Euro 2, Euro 3. Tutti i motocicli che non rientravano in queste tre delibero vennero indistintamente chiamati Euro 0 (la loro produzione terminò nei primi mesi del 2004).
  • Euro 3, quando è entrata in vigore? La normativa Euro 3 è valida per ciascun motociclo immatricolato a partire dal primo gennaio del 2006. Chi circolasse con un mezzo non in regola con il protocollo europeo anti-inquinamento, rischierebbe una multa salata fino a 450 euro.
  • Come sapere con certezza la propria categoria di appartenenza: è sufficiente controllare attentamente il proprio libretto di circolazione. Rientrano all'interno della normativa Euro 3 tutti i motocicli conformi a queste sigle: 97/24 CE cap.5 fase III, 2002/51/CE fase B, 97/24 CE rif. 2003/77/CE fase B, 2003/77/CE rif. 2002/51/CE fase B.
  • E' possibile circolare nelle giornate anti-smog? Non è prevista alcuna deroga alle moto Euro 3 (salvo diverse disposizioni del Comune di appartenenza), le quali non possono circolare, come tutti gli altri motocicli, in quelle città dove viene decretato lo stop alla circolazione per un eccessivo tasso d'inquinamento.

Per ulteriori chiarimenti

Per ulteriori chiarimenti sulla normativa UE Moto Euro 3, consigliamo la lettura del documento integrale pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale delle Comunità europee, che potete leggere andando sul sito ambientediritto.it (alla voce "legislazione"). Segnaliamo inoltre un eventuale colloquio con un impiegato della Motorizzazione civile, ora chiamata Dipartimento dei Trasporti Terrestri (Dtt).

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017