Excite

Alfa Romeo negli USA nel 2013

  • Autoblog.it

La casa automobilistica italiana Alfa Romeo l'ha fatto ancora: ha posticipato il ritorno negli Stati Uniti – un mercato forse promettente dove è assente dal 1995 – di un altro anno, procrastinando lo sbarco al di là dell'Oceano Atlantico all'anno 2013.

Esattamente, la causa di questo ulteriore ritardo, per il Biscione, è la nuova Alfa Romeo Giulia, cioè il modello di segmento D che la casa automobilistica sta mettendo a punto nel segreto dei propri stabilimenti e che sostituirà Alfa Romeo 159: secondo le indiscrezioni, l'Amministratore Delegato della società Fiat S.p.A. a cui appartiene Alfa Romeo, cioè Sergio Marchionne, non sarebbe soddisfatto dell'aspetto estetico di Giulia (un modello molto importante per il successo del brand, tanto in Europa quanto nel Nuovo Continente) ed avrebbe chiesto – pare – ai tecnici della casa automobilistica di ripensare al design della berlina Alfa Romeo. Ma perché questa vettura è così rilevante, tanto da procrastinare il ritorno dell'azienda negli Stati Uniti?

Secondo il programma di Marchionne, la nuova Alfa Romeo Giulia dovrebbe essere la seconda vettura a sbarcare nel Nuovo Continente: se non è pronta e se non è adatta a questo compito, tutta la tabella di marcia deve slittare in avanti. E il primo modello? Sarà il SUV compatto, il primo della storia Alfa Romeo, che il brand sta progettando in collaborazione con Jeep e che sarà senza dubbio capace di velocizzare il successo del Biscione.

Il ritorno di Alfa Romeo negli States avverrà, quindi, secondo le nuove stime, nella parte centrale dell'anno 2013. O sono, ancora, solo speranze?

motori.excite.it fa parte del Canale Blogo Motori - Excite Network Copyright ©1995 - 2017