Excite

Ambulanze senza telepass, file ai caselli per i mezzi di soccorso: "I pazienti rischiano la vita"

  • Twitter @emerglive

Non escludono una protesta in piazza con manifestazione nazionale le organizzazioni di volontariato penalizzate dalla revoca dei telepass decisa dalla Società Autostrade in seguito al mancato accordo tra gestori del servizio e rappresentanti delle associazioni titolari delle ambulanze.

Controlli sulle multe: numeri utili e ricerche in rete per verificare la contravvenzione

Il caos derivante dalle restrizioni in vigore dal 1 gennaio 2015 non è una novità assoluta, dato che meno di un anno fa la disattivazione del pedaggio elettronico aveva creato disagi e polemiche in virtù dell’obbligo di stop imposto ad alcuni mezzi di soccorso non più supportati dal regime di favore per il pagamento del biglietto ai caselli.

Un rischio, quello legato alla sottoposizione ad una disciplina identica per ambulanze e veicoli privati, limitato a casi circoscritti ma comunque tutt’altro che irrilevante: fatte salve le situazioni di emergenza, per le quali il transito rimane gratuito, adesso la fermata dietro la sbarra è inevitabile ed a pagare le conseguenze peggiori di tale ritardo nel viaggio da e verso un ospedale sono naturalmente i pazienti bisognosi di cure.

(Ambulanze, gli operatori del soccorso protestano per le restrizioni sul telepass: video)

Come se non bastasse, a detta dei portavoce dell’Associazione Nazionale Pubbliche Assistenze, i mezzi di soccorso con persone in fin di vita sono costretti ad attendere “fino a due minutiprima di vedersi alzare la transenna per proseguire il percorso, mentre “gli operatori del servizio socio-sanitario restano in coda anche un quarto d’ora” in attesa di poter pagare il pedaggio al casello autostradale.

Il quadro, lamentano gli addetti ai lavori, si presenta come “paradossale” e soltanto un intervento risolutore “dall’alto” potrebbe evitare lo sciopero, già annunciato preventivamente dalle associazioni al termine di una prima protesta portata avanti fino al Ministero dei Trasporti.

In ballo, fanno sapere gli operatori delle ambulanze sul piede di guerra per la linea dura di Società Autostrade per il regime dei pedaggi in vigore dal 2015, c’è qualcosa di ben più delicato del semplice valore economico del telepass.

Pubblicato da Marco Franco - Profilo Google+ - Leggi più articoli di Marco Franco

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017