Excite

Apat, a Roma record di automobili

Presentato ieri a Roma il IV rapporto dell'Agenzia per la protezione dell'ambiente (Apat) sulla qualità dell’ambiente urbano, la Capitale è la città italiana con maggior numero di automobili: 699 veicoli ogni mille abitanti. Per quanto riguarda il Nord la città con il più alto numero di autovetture è Modena (651/mille) mentre per il Sud Catania (680/mille).

Il rapporto mostra che se a Roma e Milano nel 2006 è calato il numero di vetture rispetto al 2000 nel resto del Paese è aumentato. Il numero di auto pro-capite è aumentato soprattutto nei comuni della provincia e a livello comunale è cresciuto il numero di motocicli e quello dei veicoli commerciali leggeri.

E' comunque incoraggiante notare un aumento del numero di auto a basse emissioni: le Euro 4 superano il 10 per cento in tutte le città. Anche in questo caso il primato va a Roma dove le Euro 4 sono il 24,6 per cento dell'intero parco veicoli. In aumento anche le auto a gasolio. Sul fronte opposto è cresciuto però anche il numero delle vetture di grossa cilindrata.

Il presidente dell'Apat Giancarlo Viglione ha detto che "è fondamentale proseguire con il risanamento della qualità dell’aria" e che servono "interventi centrati soprattutto sui trasporti, visto che nel 2005 i valori limite degli inquinanti sono stati superati in quasi tutte le aree urbane".

Il rapporto Apat ha mostrato anche alcuni dati relativi alle aree verdi. Dati secondo i quali sebbene i polmoni naturali all'interno delle città piano piano aumentano lo smog rimane sempre a livelli piuttosti elevati. E' comunque importante sottolineare che rispetto al 2000 le polveri sottili (Pm10) sono diminuite. Però l'aumento delle vetture, principale fattore di inquinamento in 19 delle 24 città considerate, non permette di migliorare la qualità dell'aria. A tal proposito è intervenuto il ministro dell'Ambiente, Alfonso Pecoraro Scanio che ha detto: "La sfida è rendere più vivibili le aree urbane. Stiamo migliorando rispetto a una situazione iniziale molto compromessa ma servono misure molto drastiche. Il tema della qualità dell'aria resta centrale".

In aumento in tutta Italia anche il problema rifiuti, tra il 2000 e il 2006 la produzione è cresciuta del 5,1 per cento nelle grandi città contro una media nazionale del 8,9 per cento. La raccolta differenziata, invece, ha raggiunto nel 2006 a Padova il 39 per cento, a Torino col 36,7 per cento, a Brescia il 35,8 per cento e a Prato il 35,3 per cento.

motori.excite.it fa parte del Canale Blogo Motori - Excite Network Copyright ©1995 - 2017