Excite

Art 187: guida sotto effetto di Stupefacenti

Guidare dopo aver assunto sostanze stupefacenti rappresenta un comportamento estremamente pericoloso, visto il forte impatto, limitante, che le sostanze cosiddette psicotrope hanno nell'attenzione al volante e nei riflessi. Inoltre le sostanze stupefacenti sono in grado di alterare psico-fisicamente l'individuo, alterando in molti casi anche gravemente gli standard comportamentali. E' evidente come il legislatore abbia prestato molta attenzione a questo aspetto regolamentato dall'art 187 sulla guida sotto effetto di Stupefacenti.

Cosa dice il codice della strada

Nonostante l'oggettiva pericolosità del comportamento in questione, salta subito all'occhio la difficoltà, rispetto ad esempio allo stato di ebrezza, di determinare il reale stato di alterazione del fermato. Il pubblico ufficiale, a comprova dell'uso di stupefacenti, puo' sottoporre i conducenti, anche senza il loro consenso, a drug test di tipo qualitativo. In caso di primo esito positivo il guidatore potra' essere sottoposto ad accertamenti maggiormente approfonditi presso strutture sanitarie. Il conducente, come detto, non può rifiutare l'accertamento pena un'ammenda pecuniaria che può andare da 1.500 a 6.000 euro oltre che l'arresto da sei mesi ad un anno.

Sanzioni e pene
La guida sotto sostanze psicotrope o stupefacenti è punita con un'ammenda da euro 1.500 a euro 6.000 e l'arresto da sei mesi ad un anno. Secondo il codice della strada, più volte aggiornato e per quanto riguarda l'articolo 187 via via inasprito, verrà anche comminata la sospensione della patente per un tempo variabile da uno a due anni (raddoppiati nel caso di non proprietà del mezzo). In caso di recidiva in un triennio scatta la revoca della patente. Con la sentenza di condanna o di applicazione della pena viene dispostala anche la confisca del veicolo, salvo il caso in cui lo stesso appartenga a persona estranea al reato. Altra pena accessoria è rappresentata dal sequestro dell'autovettura. Secondo l'Art 187 sulla guida sotto effetto di stupefacenti se il guidatore reo di avere assunto sostanze psicotrope provoca un indicente stradale avrà un raddoppio delle pene suddette la confisca del mezzo, con sequestro preventivo, la revoca della patente ed in caso di lesioni gravi gravissime una detenzione da un anno e sei mesi a quattro anni.

Sanzioni e pene per neopatentati, giovani ed altre categorie 'particolari'

Dal 30 luglio del 2010 sono state previste dal legislatore sanzioni piu' pesanti se la violazione di guida sotto l'effetto di stupefacenti è riguardante una delle seguenti categorie: neopatentati, giovani sotto i 21 anni, taxisti, guidatori di autobus (od in generale di mezzi per il trasporto di persone) ed autisti di mezzi pesanti od autoarticolati. In tutti questi casi le pene descritte dal codice della strada potranno essere aumentate, a discrezione del giudice e secondo la gravità del reato, da un terzo alla metà.

Sanzioni e pene giuste?

In conclusione, le sanzioni dell'art 187 sulla guida sotto effetto di stupefacenti sono adeguate? Visti gli ultimi inasprimenti, la risposta parrebbe affermativa, anche se l'incoscienza di assumere e di mettersi conseguentemente alla guida è difficilmente giustificabile. Di contro molti criticano la non differenziazione all'interno della legge delle varie droghe parificando in realtà quelle cosiddette 'leggere' a quelle più 'pesanti'.

motori.excite.it fa parte del Canale Blogo Motori - Excite Network Copyright ©1995 - 2017