Excite

Auto a metano: crisi spinge vendite, numeri da record

  • Getty Images

In un periodo di crisi è l’unico settore a crescere: le automobili a metano segnano un'impennata delle vendite del 29% nei primi nove mesi del 2013. Un dato incoraggiante per il settore che cerca alternative alla ormai sempre più cara benzina, e soluzioni più ecologiche. I modelli a doppia alimentazione restano, comunque, quelli più richiesti anche rispetto alla singola benzina e diesel.

E i dati sulle immatricolazioni di Fiat 500, Panda, Punto e Lancia Ypsilon lo confermano. L'Italia diventa, così, il primo Paese al mondo per parco circolante a metano con oltre 750 mila vetture e con l’Emilia, la Lombardia, il Veneto e le Marche a fare da leader alle regioni più virtuose in questo settore.

Più indietro Calabria, Sicilia, Basilicata, Liguria e Friuli: “Delle quasi 1000 aree di rifornimento su tutto il territorio nazionale i due terzi servono una popolazione di soli 17 milioni di persone, mentre le altre 300 stazioni dovrebbero servire 28 milioni di persone, senza contare le aree completamente sprovviste del servizio”, si legge nella ricerca commissionata dalle 3 Associazioni del settore e realizzata dalla rivista Metano & Motori.

In dieci anni il mercato delle auto a metano ha visto una crescita senza eguali: +2000% e a settembre la corsa ha raggiunto vette del 27%. Alla domanda sempre crescente non corrisponde, però, la crescita delle stazioni di servizio.

Nel 2020, comunque, le stazioni di rifornimento di metano presenti in tutto il mondo saranno 30.000, contro le attuali 21.000 circa, secondo la previsione dell'istituto di ricerca Navigant Research e ripresa in Italia dall'Osservatorio Federmetano.

motori.excite.it fa parte del Canale Blogo Motori - Excite Network Copyright ©1995 - 2017