Excite

La famigerata auto di Fantozzi

Ricordate la mitica auto di Fantozzi? Era una Bianchina, ma quella che nel film è diventata il simbolo della sfortuna, per molti appassionati è un oggetto di culto, che viene restaurato e curato con amore. Come tutti i miti o le leggende, è entrata nella storia per via di alcune caratteristiche: tutt'altro che affidabile (in apparenza), si faceva notare anche per lo stridente rumore della portiera e il cigolio del finestrino che, inesorabilmente, scendeva giù "con un solo colpo di manovella".

Era un'Autobianchi e neppure tanto lenta...

Ah, l'auto di Fantozzi! oggi, senza dubbio, una delle più simpatiche auto d'epoca presenti sul mercato. Ha la meccanica della Fiat 500, ma a differenza di quest'ultima, molto diffusa ancora oggi, è più rara e possiede una carrozzeria che suscita immediatamente simpatia e nostalgia d'antico. Il valore stimato dalle riviste del settore è intorno ai 3.000 Euro. Uno dei problemi da affrontare, nel caso in cui si venga in possesso di una "vetturetta" come questa, è la poca disponibilità dei ricambi per la carrozzeria ed il loro costo sempre elevato. Ma questo riguarda anche alcune macchine moderne, per cui...

La prima versione dell'auto, presentata nel 1957 e considerata una delle più valide piccole utilitarie dell'epoca, fu prodotta dapprima in versione trasformabile (anni 57/62), panoramica (anni 60/69), cabrio (anni 60/69), furgoncino tetto basso (anni 61/70), berlina (anni 62/69) e furgoncino tetto alto (anni 65/70). Il vero interesse per la vettura, però, si sviluppò soprattutto per la versione berlina, grazie - per l'appunto - ai film comici di Fantozzi, nel quale lo sfortunato ragioniere si presentava, deriso da tutti, a bordo della sua umile Bianchina di colore bianco. Oggi presentarsi a bordo di una piccola Bianchina berlina è tutt'altro che dequalificante: la vettura prende sempre più valore economico e storico-culturale per coloro che di auto d'epoca se ne intendono davvero.

Fantozzi rag. Ugo a bordo della Bianchina

Era la nostra cara Bianchina la protagonista femminile della fortunata serie diretta, tra gli altri, dal grande Luciano Salce e interpretata da Paolo Villaggio. Due episodi su tutti. Al termine dell'onoranza funebre il ragioniere chiede alla signorina Silvani, della quale è innamorato da anni, di poterle dare un passaggio con la Bianchina: vincendo la sua storica timidezza, invita la Silvani a colazione da "Gigi il Troione". Con calcolata malizia, lei accetta, e questa insperata risposta fa distrarre Fantozzi al volante: a causa di una brusca sterzata, la sua automobile attraversa un giardino e taglia la strada alla vettura di tre energumeni, con cui la Silvani inizia un pericoloso diverbio. Quindi i tre bulli picchiano brutalmente il povero ragioniere, gli strappano la giacca e gli distruggono la Bianchina. Come se non bastasse, quando Fantozzi riparte (da solo), alla prima curva, si schianta contro un lampione, distruggendo del tutto la macchina.

Secondo episodio. Reduci da una indimenticabile cena di capodanno (sono, in realtà, le 22,30 ma il subdolo M° Mario Canello, che deve andare a suonare in un altro veglione, sposta le lancette dell'orologio sulle 23:57 e annuncia che mancano 3 minuti alla mezzanotte, anticipando così i festeggiamenti) e usciti sotto i botti della mezzanotte "reale", gli impiegati si accorgono, senza peraltro reagire, dell'imbroglio. A quel punto Fantozzi invita tutti a casa sua, quando da un balcone viene scagliata una vecchia cucina economica che cade proprio sulla sua automobile, distruggendola completamente.

Ammettiamolo, la Bianchina era sprint

Abbiamo voluto ricordare questa piccola vettura nata oltre 50 anni fa, che poi ha dato vita anche alla marca Bianchi delle biciclette. La nascita della casa automobilistica fu possibile grazie al diretto intervento di Agnelli per la Fiat e di Pirelli. Sono oltre 15 anni che l'auto di Fantozzi non è più in circolazione. La vettura aveva uno sprint degno di una sportiva e del tutto inaspettato da un piccolo motore di 900 cc.

Fantozzi aggredito dai trucidoni in Opel Kadett

motori.excite.it fa parte del Canale Blogo Motori - Excite Network Copyright ©1995 - 2017