Excite

Auto intelligenti, nuove tecnologie per ridurre incidenti e consumi: ok l'esperimento negli Usa

  • Youtube

L’obiettivo di trasformare entro un paio di anni il parco auto negli Usa e successivamente nel resto del mondo, con tecnologia “intelligente” su ogni vettura in circolazione, rappresenta una sfida che le principali case produttrici ritengono tutt’altro che proibitiva.

Mobilità intelligente, Bmw lancia ConnectedDrive: tecnologia di ultima generazione

Un esperimento, quello delle macchine dotate di un ultramoderno dispositivo di controllo e connessione vehicle-to-vehicle in grado di coprire a tappeto il territorio cittadino, destinato a cambiare il volto della mobilità urbana in tempi assai ridotti, grazie ai massicci investimenti messi in campo dall’industria automobilistica.

Pionieri di tale ambiziosa scommessa, gli analisti dell’Università del Michigan e il Dipartimento dei Trasporti degli Usa, capaci rispettivamente di ideare e garantire copertura economica ad un progetto che in molti considerano il vero giro di boa sia in tema di sicurezza stradale che di riduzione dei consumi per auto sempre più “intelligenti”.

Secondo quanto riportato dal New York Times sulla base delle ricerche già effettuate in materia, da qui al 2020 in America una buona parte dei veicoli, leggeri e pesanti, di piccola o grossa cilindrata, potrà beneficiare delle rivoluzionarie innovazioni tecnologiche sperimentate negli ultimi mesi con esito positivo su un campione di 3mila automobilisti di Ann Arbor.

(Sicurezza al volante, Nissan punta sullo sterzo intelligente con sensori e touch screen)

La presenza di potenti trasmettitori a bordo dei singoli veicoli, analogamente a quanto sta accadendo nelle strade della località adibita a laboratorio del progetto, permetterà al conducente di conoscere all’istante l’esistenza di un pericolo, ad esempio determinato da una manovra a rischio di una macchina vicina o un passaggio col semaforo rosso di un automobilista scorretto.

Con la stessa tecnologia, i proprietari delle auto intelligenti potranno regolare la velocità su input del segnale wireless in modo da arrivare agli incroci col “verde” senza doversi incolonnare dietro le altre vetture, con allettanti prospettive di risparmio in termini di consumi.

Se i risultati rispetteranno le previsioni, come sembra altamente probabile considerate le incoraggianti premesse, la percentuale di incidenti su strada (anche ai danni di pedoni) dovrebbe conoscere una brusca diminuzione, nell’ordine dell’80%, con oltre mille vite salvate ogni anno e 600mila sinistri in meno rispetto alla media attuale.

I costi a carico degli utenti, ha assicurato la National Highway Traffic Safety Administration illustrando apposite tabelle, dovrebbero via via abbattersi fino a toccare la cifra decisamente abbordabile di 350 dollari per autovettura entro la fine del decennio in corso.

Pubblicato da Marco Franco - Profilo Google+ - Leggi più articoli di Marco Franco

motori.excite.it fa parte del Canale Blogo Motori - Excite Network Copyright ©1995 - 2017