Excite

Auto verde: siglato accordo tra Renault e A2A

Mentre al Green Social Festival di Bologna la Renault annuncia l'accordo con la A2A, azienda francese leader nella distribuzione di energia elettrica, a Bruxelles si riuniscono i 27 ministri europei responsabili del settore automobilistico per concordare una politica industriale che punti sull'innovazione e sullo sviluppo dell'auto verde.

'La fase degli incentivi alla rottamazione è finita: l'Italia - ha dichiarato Scajola - dal primo gennaio non li concede più. Oggi a Bruxelles abbiamo verificato che tutti gli Stati membri stanno uscendo da questa fase'

Ma non tutti gli Stati membri hanno calzato l'acceleratore dell'auto verde con la stessa prontezza. A giugno prenderà il via a Milano e Brescia la sperimentazione di un progetto pilota che porta la firma Renault. A differenza di Fiat, l'azienda automobilistica francese ha da tempo puntato con decisione sul motore elettrico.

L'accordo siglato a Bologna tra Renault e A2A prevede l'istallazione di una fitta rete di colonnine di ricarica per la batteria nelle due città lombarde, dove gireranno le prime 80 auto a 'emissioni zero'. Il futuro dei trasporti puliti è anche il nostro futuro, tenendo conto che 'recenti ricerche dimostrano come in pianura Padana lo smog tagli due anni di aspettativa di vita' - spiega Andrea Baracco, direttore comunicazione e immagine Renault Italia.

'La produzione di energia elettrica - continua Baracco - produce circa la metà di emissioni C02 rispetto al più efficiente motore a gasolio'. Oltre al rispetto dell'ambiente e alla salute delle persone, le tecnologie verdi indicano anche un percorso industriale in grado di rafforzare la competitività dell'industria dell'auto e di creare posti di lavoro. È ciò che ha affermato al termine dell'incontro con i 27 ministri della Ue, Antonio Tajani, commissario europeo responsabile dell'Industria.

(foto © panorama.it)

motori.excite.it fa parte del Canale Blogo Motori - Excite Network Copyright ©1995 - 2017