Benzina: sconti nel weekend, ma aumento del prezzo in settimana

  • infophoto

Come quando una bella donna cerca di non mostrare troppo le sue grazie. Tira giù il vestito e si scopre di sopra. Nel caso contrario, si scoprirà verso il basso. Se tiri da una parte, poi sei costretto a coprirti dall'altra. Una regola non scritta, ma ovvia. Così anche per la benzina, gli sconti e il rifornimento quotidiano: una vera dannazione per gli automobilisti...

Prezzi in risalita libera

Se è vero, infatti che lo sconto nel weekend c'è ed è davvero conveniente, vero è pure che i prezzi durante la settimana risalgono: le compagnie, infatti, recuperano le vendite "sotto costo" del fine settimana, dal lunedì al venerdì. Naturalmente, risulta penalizzato chi usa il mezzo a quattro ruote per lavorare. I prezzi medi nazionali negli impianti con l'erogazione "servito" sono risalti a 1,804 Euro al litro per la verde, 1,695 per il diesel e 0,782 per il Gpl.

Accordo Enel-Total Erg

Eni in testa, con i famosi 20 centesimi in meno nel fine settimana, ma anche Q8 e Ip: lo sconto c'è, è palpabile, è una novità certificata, limpida. Fatto il pieno, il risparmio per ogni rifornimento arriva a circa 13 Euro per una media cilindrata, ma può anche toccare i 20 Euro nel caso di veicoli più grandi. Se andiamo oltre, scopriamo che anche Enel si è mossa grazie ad un accordo con Total Erg che concede ai clienti del colosso elettrico di ottenere sconti del 4% sul carburante (a luglio e agosto, a patto di rifornirsi per almeno 20 litri). Tornando a Eni, le vendite durante il fine settimana sono aumentate di quasi cinque volte rispetto ai week end "normali"...

Il weekend sorride...ai turisti

Incentivo piccolo, ma significativo, per il turismo. La benzina scende sotto quota 1,60 euro: una soglia che non veniva incontrata da almeno 5 mesi, figlia delle nuove strategie compiute da parte delle major del "comparto rifornimenti". Altre compagnie, dicevamo. Altri si sono mossi, per evitare di rimanere indietro, guardando le file davanti ai distributori Eni. Tanti anche gli automobilisti che si sono serviti presso la rete Easy di Q8 e i Self Più di Esso: hanno risposto a Eni con sconti analoghi, se non superiori, come nel caso di Q8, che ha praticato prezzi ancora più bassi, allargando gli sconti anche ad alcuni distributori tradizionali.

L'alternativa? NO-LOGO

Per risparmiare ancora di più sul pieno di benzina e gasolio, c'è sempre la possibilità di rifornirsi alle cosiddette pompe bianche, quei distributori, cioè, non legati alle grandi compagnie petrolifere e senza marchio. Ripartire con No-Logo, perchè no.

motori.excite.it fa parte del Canale Blogo Motori - Excite Network Copyright ©1995 - 2014