Excite

Bikers Academy

Non c’è dubbio che il fascino della moto è, per molti, irresistibile. Il senso di libertà, il vento sulla pelle, le adrenaliniche accelerazioni, la potenza selvaggia di questi mezzi fanno impazzire moltissimi appassionati. Ma c’è anche il rovescio della medaglia. È notorio, infatti, che la moto sia di gran lunga uno dei mezzi di trasporto più pericolosi. Nella funesta classifica del numero di incidenti mortali per miliardo di passeggeri, la moto è stabilmente al primo posto, con una pericolosità 40 volte superiore a quella dell’automobile. Per questo, nella guida di moto e motociclette è indispensabile uno stile di guida e delle conoscenze tecniche che possano limitare al massimo gli incidenti. È proprio per questo motivo che è nato il corso denominato “Bikers Academy”.

Per una guida sicura

Vediamo di cosa si tratta.

Bikers Academy è un corso gratuito, tenuto dalle autoscuole che aderiscono all’iniziativa, volto a educare i giovani dai 14 ai 17 anni a una guida consapevole del proprio mezzo. Lo scopo finale è di evitare danni a se stessi e agli altri causati da un uso incosciente della moto.

Si tratta di un corso facoltativo che si affianca a quello previsto per legge che devono fare tutti coloro che intendono guidare una moto, uno scooter o un motorino.

Per l’iscrizione, basta consultare le autoscuole stesse dove si intende fare il patentino o la patente A1 della moto, privilegiando quindi le autoscuole che tengono questo corso.

Gli argomenti trattati da “Bikers Academy” non sono solo le norme di comportamento sicuro da tenere quando si guida uno di questi mezzi, ma anche informazioni dettagliate sulle tecniche presenti oramai su moltissime moto che possono prevenire o ridurre i danni di un eventuale, malaugurato incidente. Primo fra tutti l’ABS (Antilock Braking System) che, sulle moto, è utile quanto e, anzi, probabilmente più che non sulle automobili.A sponsorizzare l’iniziativa, patrocinata dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e dall'Associazione Vittime della Strada Onlus, c’è la Bosch (non per niente leader del mercato degli ABS), Honda, Ancma (Associazione Nazionale Ciclo Moto Accessori), Unasca (Unione nazionale autoscuole e studi di consulenza automobilistica) e Confarca (Confederazione autoscuole riunite e consulenti automobilistici).

La lista delle autoscuole che aderiscono all’iniziativa e le istruzioni per scaricare i libri di testo del corso si possono trovare sul sito di bikersacademy.it.

Alla fine del corso ciascun allievo dovrà effettuare un test che consentirà all’esaminatore di quantificare il livello di preparazione. Superato questo test finale, piuttosto semplice (basta rispondere correttamente a 4 risposte su 6), sarà consegnato un attestato che consente di ottenere crediti formativi presso la scuola che l’adolescente frequenta. Interessanti, poi, sono gli sconti del 20% su capi d’abbigliamento Honda Lifestyle e i vantaggi per l’acquisto di prodotti on line su Metzeler.com, azienda tedesca di pregiati pneumatici da moto.

Ci sono anche i premi!

Per chi ha frequentato Bikers Academy con successo, c’è anche la possibilità di vincere interessanti premi quali uno scooter Honda NSC50R con carenatura sponsorizzata Repsol, un casco Shoei XR-1100 Italia Limited Edition (solo 500 pezzi al mondo) o un treno di gomme da moto Metzler ME1.

Insomma, l'iscrizione a questo]i corsi presenta solo vantaggi. Sarebbe un peccato non farlo!

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2018