Excite

Cellulare alla guida: sequestro dello smartphone e sospensione della patente, la proposta dell'Asaps

  • Facebook

di Simone Rausi

Il 12.4% degli automobilisti italiani farebbe un “uso irregolare” del cellulare. In pratica userebbe lo smartphone per mandare messaggi, parlare senza auricolare o scattarsi dei selfie. Numeri che in realtà sembrano fin troppo ottimisti (basta osservare un po’ di guidatori in strada) ma che sarebbero comunque la prefazione di migliaia di drammatici incidenti. Per contrastare il fenomeno ora sembrano arrivare misure più dure, anzi, durissime.

Smartphone e incidenti stradali: il video shock della polizia svizzera

Chi verrebbe sorpreso alla guida con lo smartphone in mano si ritroverebbe con un sequestro del cellulare per un mese e la sospensione della patente per un periodo compreso tra uno e tre mesi. Sanzioni che diverrebbero notevolmente più dure dopo la prima segnalazione e che, naturalmente, comporterebbero una macchia mica da ridere sulla “fedina penale automobilistica”. Al momento questa è ancora una proposta. Ad avanzarla è stata l’Associazione sostenitori e amici della Polizia Stradale (Asaps).

Ci spiega meglio da dove nasce l’esigenza di tracciare regole più dure proprio il presidente dell’Asaps, Giordano Biserni: “Questa misura potrebbe essere veramente dissuasiva visto il valore che ha il cellulare per ciascuno di noi". A fare paura, infatti, è forse più il sequestro dello smartphone (fermo amministrativo) che la sospensione della patente. D’altronde, “La conversazione telefonica durante la guida abbassa l'attenzione: se poi si maneggia lo smartphone per la messaggistica se ne vanno mediamente 10 secondi, come dire che a 100 km/h percorriamo 280 metri (due campi e mezzo di calcio) di fatto al buio”.

La rete è al momento divisa. C’è chi sottolinea come l’associazione abbia “chiesto cose assurde da sempre” e chi invoca sanzioni ancora più pesanti e controlli sempre più duri. Poi c’è anche il filosofo di turno: “Ma senza cellulare, come si chiama il taxi per tornare a casa?”.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017