Excite

Codice della strada, tutte le nuove sanzioni

La nuova proposta di modifica al Codice della Strada prevede sanzioni molto dure nei confronti dei trasgressori, ma anche tante novità destinate a incrementare la sicurezza stradale e ad educare tutti coloro che si apprestano a mettersi alla guida di un'autovettura.

In caso di incidente se si provoca la morte di una persona verrà immediatamente ritirata la patente, che potrà essere sospesa fino a quattro anni. Se la persona al volante è in stato di ebrezza o sotto effetto di sostanze stupefacenti, oltre al ritiro immediato della patente e alla sospensione provvisoria fino a cinque anni, verrà revocato il permesso di guida con impossibilità di conseguire una nuova patente prima di cinque anni; sarà prevista, inoltre, la reclusione da tre a dieci anni (la pena potrà essere aumentata, ma non più di 15 anni, nel caso di morte di più persone) e dopo la sentenza di condanna, anche con condizionale, si procederà alla confisca penale del veicolo. Se viene fermata una persona sotto effetto di droga alla guida di un veicolo, anche se non ci sono stati incidenti, le sanzioni prevedono una multa che può andare dai 1.500 ai 6mila euro e il carcere da sei mesi ad un anno.

Queste sono solo alcune delle novità previste dal decreto sul quale si investe molto soprattutto per quanto riguarda l'effetto educativo che può avere sui giovani. Ma tra le novità non figurano solo le sanzioni. E' stato creato un Centro di coordinamento unico per avere dati di incidenti e viabilità in tempo reale e una Direzione Generale per la Sicurezza Stradale il cui obiettivo è capire quanti sono i proventi delle sanzioni amministrative comminate per trasgressioni al Codice della Strada.

Altra novità importante è quella relativa alla creazione di una specie di fondo presso il ministero destinato ad introdurre l'insegnamento della sicurezza stradale nelle scuole, all'ammodernamento della segnaletica e all'aumento dei controlli su strada.

Per quanto riguarda i neopatentati il decreto prevede il divieto di superare i 90 kmh in autostrada e i 70 Kmh per le strade extraurbane principali, durante il primo anno dal conseguimento della patente. Le autovetture che i giovani neopatentati potranno guidare, inoltre, dovranno avere una potenza massina di 55Kw/t. Per i 17enni, poi, ci sarà la possibilità di avere una sorta di foglio rosa.

Alcune novità interesseranno anche le autoscuole, che dovranno prestare molta attenzione nella formazione degli istruttori e dovranno introdurre lezioni anche di notte e in autostrada o strade extraurbane. Criteri più severi saranno adottati anche per quanto riguarda la revisione delle patenti.

Potrebbe, inoltre, essere introdotta anche la "scatola nera", con dispositivi elettronici utili per ricostruire la condotta di guida o la dinamica di incidenti. Il decreto stabilisce anche il rafforzamento di progetti di educazione stradale e nuovi criteri di ripartizione dei proventi delle multe per interventi di sicurezza stradale o per rafforzare le dotazioni delle forze dell'ordine.

motori.excite.it fa parte del Canale Blogo Motori - Excite Network Copyright ©1995 - 2017