Excite

5 trucchi per stare bene al volante

  • Youtube

La fretta è sempre il peggiore alleato per chiunque voglia onorare gli impegni, di lavoro o di qualsiasi altro tipo, bruciando le tappe con escamotage di vario genere.

Ecco come evitare gravi incidenti con bambini a bordo

Se il mitico ragionier Fantozzi era arrivato a mettere la sveglia pochissimi minuti prima dell’ingresso in ufficio grazie all’abbattimento dei tempi di colazione, sosta in bagno e attesa del bus (preso al volo), l’italiano medio tende a usare l’auto come mezzo “volante” senza pensare alle conseguenze a livello di salute delle abitudini sbagliate.

Non occorre essere medici o salutisti di lungo corso per osservare alcune fondamentali regole di sopravvivenza agli effetti collaterali dello stress psico-fisico legati ai lunghi spostamenti di routine in macchina: basta avere buon senso e metterlo in pratica ogni giorno.

(Lavorare in macchina: il duro mestiere del tassista in una caotica città italiana. Video)

Ad esempio, pochi fanno attenzione all’esigenza fondamentale di mangiare leggero nei minuti precedenti all’inizio del viaggio e del tutto ignorata dalla maggioranza degli automobilisti è la consuetudine delle pause durante il tragitto, altrettanto importanti ai fini di un ripristino della regolarità della circolazione e dell’allentamento della tensione nervosa accumulata.

Uno dei problemi comuni a gran parte dei lavoratori costretti a fare vita sedentaria anche o specialmente nel percorso da e per la sede di servizio risponde ai nomi di obesità, scoliosi e alterazioni da postura scorretta: staccarsi dal volante temporaneamente serve a limitare i danni in questi casi.

Gli esperti consigliano poi l’uso di indumenti comodi e non stretti sia agli uomini che alle donne impegnati per ore alla guida, in modo da prevenire serie conseguenze che vanno dalle disfunzioni urogenitali o cistiti ai disturbi respiratori.

La vista, sottoposta a intensa attività mentre si viaggia, va protetta con occhiali della giusta gradazione e colliri, mentre ai fini di un ottimale assetto del conducente il posizionamento dei sedili che non deve causare flessioni eccessive alla schiena risulta a dir poco indispensabile.

Pubblicato da Marco Franco - Profilo Google+ - Leggi più articoli di Marco Franco

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017