Excite

Costo pneumatici: invernali in aumento

La stagione è ancora fredda e la voglia di viaggiare e dirigersi verso mete ad alta quota non abbandona i desideri degli amanti della neve. Necessario attrezzarsi a dovere garantendo alla propria vettura un alto grado di sicurezza: utile informarsi sul costo di pneumatici invernali.

Del resto, anche al recente Salone Internazionale dell'Auto, giunto ormai alla sua 81esima edizione, non sono mancate le novità proprio in tema di pneumatici: l'ultimo ritrovato della Pirelli, il nuovo pneumatico invernale Snowcontrol Serie 3, ideato per offrire maggiore sicurezza delle vetture di media e piccola cilindrata. Oltre agli pneumatici ecologici per le auto e le Suv e i performanti della famiglia PZero, in mostra accanto a quelli che scenderanno in pista nel prossimo campionato di Formula 1. Tutte novità che sono state realizzate con grande attenzione alla sicurezza, all'ecologia e alla sportività. E non solo per le auto alto di gamma, ma anche per quelle di fascia media, con il Cinturato P7 e lo Scorpion Verde, l'ecologica pensata per le Suv.

A quanto ammonta la spesa? Il costo di pneumatici invernali dipende dall'auto che si possiede e dal marchio delle gomma. Per una Fiat Grande Punto chiedono 390 euro per quattro coperture di misura 175/65 R15, mentre il preventivo per una BMW X3 sale a 980 euro per un treno di gomme 225/60 R17. Non si va molto lontani da questa cifra con una station wagon di taglia medio-grande come la Ford Mondeo: quattro termiche 235/45 R17 costano 930 euro, mentre per un'auto di segmento C molto diffusa come la Volkswagen Golf la spesa si aggira intorno ai 620 euro per un treno di 205/55 R16. Scegliendo marchi di provenienza orientale si può risparmiare fino al 40%, ma è difficile ottenere la stesso livello di prestazioni, intese anche come durata dello pneumatico.

A proprosito di Cina: il costo pneumatici invernali è certamente influenzato dal mercato dagli occhi a mandorla. I produttori cinesi di gomme, pressati dalla domanda da parte dell'industria automobilistica, sono disposti a chiudere un occhio sui costi del caucciù (in aumento progressivo) e questo mette a mal partito i loro colleghi europei, i cui sforzi per contenerne la crescita trattando con i fornitori risultano vani di fronte alla voracità del gigante asiatico. Così, Pirelli, Michelin e altri produttori sono già o saranno presto costretti ad aumentare i listini anche sui mercati che certo non godono buona salute. Per esempio, su quello europeo, dove le auto (e quindi, anche le gomme di primo equipaggiamento) si vendono con molta più fatica.

Assodato, quindi, che l'aumento delle materie prime (v. caucciù) ha trainato e sta trainando fortemente il costo pneumatici (invernali, soprattutto), suggeriamo alcuni esempi: ContinetalWinter Contact TS 830P, tra i 130 e i 350 Euro; Pirelli Scorpion Ice & Snow, tra i 175 e i 475 Euro; infine, forse il più accessibile costo pneumatci invernali è quello del Dayton Dw510. La spesa massima per questo tipo di gomma può raggiungere i 140 Euro.

 (foto © autoblog.it)

motori.excite.it fa parte del Canale Blogo Motori - Excite Network Copyright ©1995 - 2017