Excite

Crash test : Fiat 500 Vs. Renault Twingo

Dopo la pausa estiva, la rubrica di Motorionline “il crash test della settimana” riprende a pieno regime con un appuntamento doppio: Fiat 500 Vs. Renault Twingo (guarda le foto del test). Sin dalla nascita le due citycar si sono fatte concorrenza: basti pensare che la presentazione della 500 è stata anticipata di un paio di mesi per uscire quasi contemporaneamente alla piccola francese. L’ultima nata della casa torinese è una vettura compatta, curata, confortevole e piacevole da guidare che ha tutte le carte in regola per essere una vettura di classe superiore, ad eccezione delle dimensioni: è lunga solo 3.55 metri, larga 1.63 ed alta 1.49.

La piccola Fiat è proposta con tre motorizzazioni: un 1.2 69 Cv ed un 1.4 16V 100 Cv, entrambi a benzina, ed un 1.3 Multijet 16V 75 Cv con filtro DPF antiparticolato di serie, tutti a norma antinquinamento euro cinque, abbinati a tre allestimenti: Pop, quello di base, Sport e Lounge. Le dotazioni di serie sono completissime: si va dal climatizzatore, ai 7 air-bag, all’ESP (per la 1.4) sull’allestimento Pop, per arrivare al tetto fisso in vetro, alla radio CD con sistema Blu&Me ed ai cerchi in lega per la Lounge. Inoltre sono possibili oltre 500.000 personalizzazioni, infatti troviamo: adesivi da fiancata, da cofano e da tetto, l’appendi abiti da poggiatesta, il profumatore, il kit di cover per la chiave (che si basa sullo stesso sistema di quello dei telefoni cellulari), numerosi cerchi in lega, il portapacchi da portellone e così via. Oltre 70.000 gli ordini già ricevuti, solo in Italia, per l’utilitaria torinese.

La Renault Twingo ha dimensioni molto simili a quelle della 500: è lunga 3.60 metri, larga 1.65 ed alta 1.47. Rispetto al precedente modello è più lunga, più curata e più sicura. Anche sulla piccola francese ci sono possibilità di personalizzazione, anche se minori: troviamo anche qui numerosi adesivi per maniglie, per cofano, tetto e per la fiancata. Più ampia è invece la gamma dei propulsori e degli allestimenti, troviamo 3 motori a benzina: un 1.2 da 58 Cv, un 1.2 16V da 76 Cv ed un 1.2 turbo 16V da 100 Cv; ed uno a gasolio: un 1.5 dCi da 64 Cv. Sei sono invece gli allestimenti disponibili: base, Confort, Dynamique, Privilegi, GT ed Iniziale (il più lussuoso, con interni in pelle di serie).

Analizziamo, ora, i risultati delle varie prove di crash test svolte dall’ente Euroncap. Nella prova di urto frontale, la Fiat ha ottenuto un punteggio di 15, mentre la Renault ne ha ottenuti 11. C’è un minimo rischio di lesioni al torace e agli stinchi per gli occupanti anteriori della 500, mentre corrono rischi di lesioni più serie al torace e alle gambe il guidatore e il passeggero anteriore della Twingo. Da notare una deformazione della parte finale della fiancata e del tetto della piccola francese, che rendono più difficoltosa l’apertura dello sportello.

Nel test di urto laterale entrambe le citycar hanno ottenuto un punteggio di 16. Il punteggio totale delle due prove è di 35 punti con cinque stelle su cinque per l’ultima nata della casa torinese contro i 28 e quattro stelle per la Twingo. Nella simulazione di investimento di un pedone il punteggio è di 14 ad 11 per la 500. Per quanto riguarda la sicurezza dei bambini, la piccola italiana ha ottenuto tre stelle su cinque ed un punteggio di 28. A tale prova, però, non è stata sottoposta l’ultima nata della Renault.

Da questi dati il primo confronto, quello della sicurezza, finisce 1 a 0 per la 500. Un risultato che lascerà l’amaro in bocca alla casa francese, che fa un vanto della sicurezza delle proprie vetture (infatti ha ben otto modelli a “cinque stelle”).

A cura di



motori.excite.it fa parte del Canale Blogo Motori - Excite Network Copyright ©1995 - 2017