Excite

Crisi: le donne viaggiano meno e lasciano l'auto a casa

  • Getty Images

Con la crisi l'auto resta a casa, e a optare per altri mezzi di trasporto sono soprattutto le donne. Secondo un'analisi Isfort, Istituto superiore formazione e ricerca per i trasporti, pubblicata dall'Osservatorio Audimob, negli anni delle crisi economiche (2009-2011) sono crollati gli spostamenti medi giornalieri che passano da 3,1 a 2,8 per gli uomini a da 3,0 a 2,6 per le donne.

Il sondaggio ha interessato 15.000 persone ed evidenzia che in media il numero degli spostamenti effettuati dalle donne è sempre stato inferiore a quello degli spostamenti degli uomini di circa 7-8 punti percentuali. Tra il 2009 e il 2011, poi, la quota delle donne uscite di casa, diminuisce del 3,7% (-3,8% con riferimento agli uomini). Le donne, inoltre, effettuano tragitti più brevi (circa 4 km in media meno degli uomini) e non superano mediamente i 10 Km con una velocità sicuramente più moderata.

Per quanto riguarda i mezzi di trasporto alternativi all'auto gli spostamenti a piedi o in bici sono pari al 16,0% per gli uomini e al 21,8% per le donne, mentre il mezzo pubblico, nel confronto tra generi, rileva solo 1 o 2 punti percentuali in più per donne.

La scelta del mezzo, comunque, rimane legata al tipo di tragitto: per gli spostamenti che non superano i 10 km le donne preferiscono il mezzo pubblico o una bella passeggiata a piedi. Ma va anche considerato che negli ultimi dieci anni, la quota dei loro spostamenti a piedi o in bici è diminuita del 10,3% (meno 5,9% per gli uomini), mentre quella relativa all'uso dell'auto privata è aumentata del 10,2% (+4,6% per gli uomini), raggiungendo nel 2011 il 64,3% del totale degli spostamenti (contro il 66,8% di quelli riferiti agli uomini).

Crisi e prezzo della benzina, comunque, hanno portato all'abbandono dei mezzi più inquinanti. Nel 2002 olo un quinto della popolazione era propensa a lasciare l'auto a casa (19,5% uomini e 17,2% donne), nel 2011 la quota è praticamente raddoppiata (41,2% uomini e 31,9% donne).

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2018