Excite

Crisi per il mercato dell'auto: dati di Agosto in picchiata

  • Infophoto

Il mercato dell'auto è in picchiata. Preoccupanti i numeri d'Agosto, vendite giù sino al -20% rispetto al 2011. Insomma, un mese non bello in Italia. A risentirne è soprattutto il gruppo Fiat, che trova sollievo solo in Lancia Ypsilon e Alfa Romeo Giulietta. Così Marchionne: "l'andamento in Italia è esattamente la direzione opposta rispetto al Brasile e al Nord America che, ovviamente, sono andati alla grande".

Piange il mercato

Un calo che va al di sotto del -20%, dicevamo. Dati che scoraggiano, a dire poco. Federauto, la Federazione italiana dei concessionari auto, ha diffuso questi dati, rilevati dal suo panel di concessionari, sistema che si è sempre dimostrato molto affidabile: male le vetture a chilometri zero, peggio ancora quelle vendute ai privati (in alcuni casi si sfiora il -25%). Calo netto, una doccia gelata per tutti, nessuno escluso. Tale macro-dato conferma un trend che proietta il 2012 a un mercato di 1.370.000 vetture; 630.000 in meno rispetto alla media degli ultimi 5 anni. Musica che fa male alle orecchie: l'unica nota intonata proviene dalla crescita di veicoli a Gpl e metano, rispettivamente +152 e +30,7% negli ultimi trenta giorni.

Le colpe

Quando il mercato (qualsiasi mercato) non va, si cerca subito il colpevole, la causa scatenante. In questo caso complici risultano tutta una serie di fattori, innegabile è che il Governo, tra aumento di Iva, bolli, pedaggi autostradali, Rc, accise, Ipt, non abbia facilitato le cose. A causa di problematiche contingenti, non è stato possibile creare un indotto. Certo, gettare la croce addosso alle istituzioni sarebbe forse un po' ingeneroso o, comunque, semplicistico.

Cosa succede in Fiat...?

Abbiamo già metabolizzato la pacata e quasi rassegnata reazione di Marchionne: il Gruppo Fiat, vista la crisi circolare, non poteva uscire indenne da questo calo complessivo di vendite. Le auto vendute, considerando tutti i marchi del Lingotto, compresi quelli americani, sono state poco meno di 17.000. Piuttosto deludente, se si pensa che nel 2011, di questi tempi, si era oltre quota 21.000. La quota di mercato in Italia di Fiat rimane comunque sul 29,6%, sostanzialmente stabile sotto molti aspetti all'anno scorso. Le uniche gamme che fanno sorridere sotto la Mole sono Lancia Ypsilon e Alfa Romeo Giulietta, costantemente nella top ten delle vendite del marchio. Abbastanza bene anche Jeep, con il suo modello di punta Grand Cherokee.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017