Excite

Crollano i furti d'auto

In un periodo come questo, caratterizzato da enormi crisi finanziarie, aumenti dei prezzi e crollo del mercato automobilistico, una diminuzione del numero dei furti d’auto non può che far notizia.

Sono infatti eclatanti i dati che arrivano dal Vecchio Continente: 780.000 vetture rubate nel 2007 contro le 907.000 mila dell'anno precedente, con una diminuzione, nella sola Italia, di circa 20.000 veicoli trafugati.

Che si tratti di un pentimento da parte di coloro che, solo fino a qualche tempo fa, praticavano frequentemente il furto d’auto? Certo che no. I clamorosi dati di cui parliamo sono solo il frutto dell’avanzare tecnologico dei veicoli, sempre più caratterizzati da centraline di bordo che non permettono di estrarne i pezzi (da poi eventualmente rivendere). A ciò si aggiunge l’alto costo della mano d’opera che ha reso poco fruttuoso attingere a magazzini di pezzi rubati.

Cosa dire poi delle migliaia di telecamere dislocate su tutto il territorio italiano - ma anche europeo - che rendono quantomeno rischioso il furto d’auto “temporaneo” per brevi e medi tratti?

Roberto Sgalla, direttore della Polizia Stradale, ha così confermato: "Tanti fattori determinano questo eccellente risultato, ossia l'impegno delle forze dell'ordine, il potenziamento dell'attività investigativa, ma anche della tecnologia imperante che ha portato a realizzare antifurti elettronici molto efficaci".

Insomma, ai ladri non restano che i vecchi rottami e i modelli ormai fuori produzione come la Fiat Uno, la Punto, la Panda e la Cinquecento. Ad ogni modo, la guardia non va mai abbassata e bisogna continuare a lavorare in questo senso.

motori.excite.it fa parte del Canale Blogo Motori - Excite Network Copyright ©1995 - 2017