Excite

Ecco come togliere il fermo amministrativo auto

Cancellare il debito tirando fuori i soldi o intentare una causa? Queste in sintesi le due strade che si presentano davanti al destinatario di un fermo amministrativo legato alla mancata estinzione di una cartella esattoriale per multa non pagata nei termini previsti dalla legge.

Come verificare se la propria auto ha il fermo amministrativo

    Twitter @silviolai

Macchina bloccata dalle ganasce fiscali: cosa fare?

Entro 30 giorni dalla notifica del preavviso di entrata in vigore delle ganasce fiscali, il proprietario dell’auto colpita dalla sanzione dell’ente di riscossione del credito può rivolgersi all’autorità giudiziaria: confidando nel buon esito della causa, si mira a ottenere l’annullamento dell’atto.

Come opporsi al fermo amministrativo in sede legale

Finché Equitalia non invia ufficialmente a casa la cartella esattoriale, c’è infatti tempo per giocarsi la carta della controversia, ma questo tipo di azione va intrapreso soltanto in caso di fondati motivi di opposizione, anche alla luce delle spese necessarie per la costituzione in giudizio e i successivi step legali da seguire tramite avvocati.

(Veicolo con fermo amministrativo si fa revisionare usando targhe rubate: video)

Incubo Equitalia: le contromosse da fare in caso di fermo del veicolo

Ad ogni modo, chi ricorre all’autorità rimanda l’esecuzione del fermo, mentre un metodo meno rischioso per neutralizzare o comunque attenuare gli effetti delle ganasce fiscali certificate dall’apposita menzione sul Pubblico Registro Automobilistico consiste nella richiesta di rateizzazione del debito. Con tale escamotage è possibile continuare a circolare con la macchina oggetto della sanzione del Comune (e nel mirino di Equitalia) spalmando il pagamento della cifra pretesa dall’amministrazione su un numero di mensilità che arriva al massimo fino a 72 o 120 a seconda della richiesta del diretto interessato.

    Twitter @AmilcareMancusi

Ganasce fiscali, niente divieto di circolazione in alcuni casi

In situazioni particolari da dimostrare con prove concrete, la macchina è l’unico mezzo a disposizione del cittadino per recarsi al lavoro: senza mettere in discussione l’obbligo di estinzione della cartella esattoriale, può essere concessa al debitore una deroga al divieto di circolazione col veicolo sottoposto al fermo. I trasgressori delle norme che regolano questa delicata forma di sanzione amministrativa, se colti in fallo dalle forze dell’ordine, devono fare i conti con l’immediato sequestro dell’auto in aggiunta alla multa da 770 euro.

    Twitter @Adnkronos

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017