Excite

Ecco cosa si rischia a guidare senza patente

  • Twitter @VIVICASAGIOVE

In virtù del decreto legislativo n.8/2016 la guida senza patente di un veicolo a motore non costituisce più reato penale ma illecito amministrativo punibile con ammenda d’importo compreso tra 5.000 a 15.000 euro in base al comma 15 dell’articolo 116 del Codice della Strada.

Quando sarà obbligatoria la scatola nera su tutti i veicoli in circolazione?

Chi viene fermato da vigili urbani o forze dell’ordine al volante di un’auto in mancanza di documenti, deve pertanto pagare una salatissima multa, a meno che non dimostri di aver solo dimenticato la patente recandosi nelle 24 ore successive al controllo presso l’ufficio competente secondo le indicazioni del pubblico ufficiale: in quest’ultimo caso la contravvenzione ammonta a 39 euro, cifra analoga a quella finora richiesta per mancata esposizione del contrassegno assicurativo.

Equiparate a livello di conseguenze legali sono le violazioni del Codice della Strada per mancato rinnovo, abilitazione alla guida esclusivamente per mezzi di categoria diversa e possesso di un documento revocato per qualsiasi motivo dall’amministrazione.

(Guidare senza patente non è più reato: sanzioni amministrative e non penali. Video)

All’ammenda stabilita ai sensi delle leggi vigenti consegue anche la sanzione accessoria della confisca o del fermo amministrativo per un periodo di 90 giorni del veicolo, a seconda della sussistenza o meno di precedenti episodi analoghi a carico del medesimo conducente, mentre la recidiva è punita con arresto e pena fino a un anno di detenzione.

L’articolo 126 del Codice della Strada stabilisce altresì la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da 155 a 624 euro nei confronti di un automobilista sorpreso a guidare un mezzo con patente scaduta, documento che viene ritirato dagli agenti al momento della redazione del verbale.

Nonostante la depenalizzazione prevista dalla nuova disciplina legislativa in materia di circolazione dei veicoli a motore e relative conseguenze legali, la reiterazione degli illeciti rilevata dagli operatori della polizia municipale o delle forze dell’ordine comporta l’inasprimento delle sanzioni ricomprendendo l’arresto con reclusione in carcere nei casi più gravi.

Pubblicato da Marco Franco - Profilo Google+ - Leggi più articoli di Marco Franco

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019