Excite

Ecco cosa si rischia da oggi passando col rosso

  • Twitter @MediasetTgcom24

Pugno di ferro della legge italiana contro le gravi infrazioni del Codice della Strada commesse dagli automobilisti imprudenti, d’ora in poi punite col carcere nei casi di lesioni anche non mortali cagionate ad altre persone col proprio veicolo.

Cosa rischia un automobilista sorpreso a guidare senza patente?

Tra le diverse fattispecie contemplate dalla nuova legge introduttiva del reato di omicidio stradale da ieri in vigore dopo l’avvenuta pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale, spicca il passaggio del veicolo col semaforo rosso, che in futuro verrà sanzionato severamente qualora determini incidenti di seria entità a veicoli o pedoni in transito sulla stessa carreggiata.

La pena stabilita dalla normativa di recente emanazione, (su input del governo Renzi e col beneplacito delle principali associazioni di familiari delle vittime di incidenti), va dai 5 ai 10 anni di reclusione per gli automobilisti responsabili di gravi o gravissime lesioni ai sensi della legge che per la prima volta in Italia ha istituito il reato di “omicidio stradale”.

(Matteo Renzi firma la legge sull’omicidio stradale: guarda il video)

Analoghe le conseguenze legali previste per l’ipotesi della morte di un conducente di auto o passante in seguito a manovra di inversione di marcia non consentita dal Codice della Strada in corrispondenza di curve, dossi o intersezioni mentre alla medesima sanzione è assoggettato il sorpasso nei pressi di strisce pedonali o linee continue di mezzeria.

Mano pesante della legge, pertanto, nei confronti dei pirati al volante protagonisti di incidenti di non lieve entità: nessuno sconto, anzi al contrario rischio concreto di integrazione del reato penale di nuova istituzione, per chiunque verrà sorpreso dagli agenti alla guida di un mezzo a motore in direzione di marcia opposta a quella consentita, con tanto di carcere garantito in presenza di vittime o aggravanti varie.

Nonostante la semplificazione politico-giornalistica della definizione di omicidio stradale, l’arresto dell’automobilista fermato da vigili urbani o forze dell’ordine dopo un sinistro causato da violazioni gravi del Codice della Strada in futuro sarà un’ipotesi tutt’altro che remota.

Pubblicato da Marco Franco - Profilo Google+ - Leggi più articoli di Marco Franco

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017