Excite

La magia della Ferrari FF

Ancora una volta la casa di Maranello ha fatto le cose in grande nel dare alla luce il suo ennesimo capolavoro. Ci riferiamo alla Ferrari Ff, una gran turismo per la quale il cavallino rampante ha deciso di rompere con la tradizione che voleva il nome dei modelli sempre di tipo alfanumerico. Ma non è l'unica novità.

Perché Ferrari ff?

Con la Ferrari Ff la casa di Maranello rompe in parte con la tradizione, consegnando al mercato una vettura che si allontana dagli standard dell'azienda. Ecco infatti un modello che sin dal nome (solo una sigla alfabetica, senza numeri) fa capire che le cose stavolta stanno in maniera un po' diversa.

Ff sta infatti per Ferrari four, ovvero quattro ruote motrici (trazione integrale intelligente e quattro posti a sedere. Si tratta di una vettura che ricalca la precedente 612 Scaglietti, a differenza della quale, però, ha una linea shooting-brake, senza dunque fiancate di tipo sportivo.

Rispetto alla Scaglietti, la Ferrari Ff ha una diversa concezione meccanica, con motore all'avantreno e cambio al retrotreno, ma, dell'auto concepita nel 2004, la Ff ha conservato la potenza del motore, ovvero un V12, portato a 6262 cm³, in grado di sviluppare una potenza di di 660 cavalli a 8000 giri/min e 683 N·m di coppia.

Il design è stato affidato alla penna di Pininfirina. E i risultati si vedono. Una linea lunga, tipica delle wagon a tre porte, quanto elegante. Si segnala un particolare piuttosto inusuale per una vettura del cavallino rampante: un bagagliaio molto capiente. Interni curati finemente con pelle artigianale il cui colore sarà scelto dal cliente. Cruscotto stile California, tecnologia d'avanguardia.

Il prezzo, le prestazioni

La Ferrari Ff è adatta anche alle condizioni più estreme come ghiaccio e neve: non per niente la sua presentazione alla stampa internazionale è avvenuta nel marzo 2011 a Plan de Corones. Da 0 a 100 Km/h in appena 3,7 secondi, raggiunge la punta massima di 335 Km/h. Costa 260mila euro, personalizzazioni escluse.

motori.excite.it fa parte del Canale Blogo Motori - Excite Network Copyright ©1995 - 2017