Excite

Vintage - Ford Model T

Ford Model T: con questa denominazione ricordiamo una delle più importanti vetture non soltanto della casa automobilistica americana dell'Ovale Blu, bensì di tutta la storia dei motori, a livello internazionale: fu il primo modello al mondo, infatti, ad essere costruito su una vera e propria catena di montaggio (un processo produttivo che sarà chiamato “fordismo”, successivamente, dagli storici e che viene usato ancora oggi non soltanto dai produttori di veicoli); questo permise al brand di Henry Ford di abbattere i costi pur aumentando enormemente la produzione, spazzando via così qualsiasi concorrente sulla piazza. Ford Model T venne prodotta tra il 27 settembre 1908 ed il 27 maggio 1927 e venne commercializzata in 15.007.033 esemplari complessivamente.

Guarda il video di Ford Model T

Progettata dallo stesso Henry Ford con l'ausilio di Charles Harolde Wills, di Jòsef Galamb e di Jeno Farkas, Ford Model T sostituiva la precedente Model S ed era molto facile; era dotata di un motore benzina quattro cilindri in linea di 2.893 centimetri cubici di cilindrata che produceva 20 cavalli, abbinato alla trazione posteriore e al cambio manuale a due marce più retromarcia (la trasmissione era epicicloidale: una tipologia rivoluzionaria che permetteva di passare da un rapporto all'altro senza sfruttare la frizione). Ford Model T venne dotata di un telaio in acciaio, di sospensioni a singola balestra trasversale, sia per quanto riguarda l'assale anteriore che per quanto riguarda l'assale posteriore, di cerchi “in lega” in legno (per la facilità della riparazione), di avviamento a manovella (quello elettrico fu utilizzato, di serie, nel 1922), di una strumentazione molto semplificata e di una linea poco elaborata (all'epoca, il design non era il principale problema).

Guarda le immagini di Ford Model T

Ford Model T raggiungeva la velocità massima di 72 chilometri orari, percorrendo con un gallone di carburante (cioè circa 3,8 litri di benzina) approssimativamente tra quaranta e quarantotto chilometri: era adatta alla fascia media della società statunitense e globale.

Si conta che, nel lungo periodo di commercializzazione, sul totale di vetture circolanti a livello mondiale, circa la metà fossero Ford Model T: questo soprattutto perché il modello della casa automobilistica era poco costoso in relazione ai veicoli offerti dai concorrenti. Per risparmiare sul costo del veicolo, il brand, salvo durante alcuni anni, propose sempre e soltanto un unico colore per Ford Model T: nero opaco.

Per rispondere alla sete di automobili e alla domanda di Ford Model T che arrivava da tutto il globo, il brand studiò il processo di assemblaggio in maniera talmente meticolosa che nel 1914 bastavano 93 minuti per costruirne un esemplare (i lavoratori, inoltre, erano meglio pagati: fatto che contribuì alla buona riuscita del metodo di lavorazione): proprio in quell'anno Ford produsse un numero di veicoli superiore alla somma di tutti quelli prodotti dai restanti costruttori (insieme).

Quando venne interrotta la commercializzazione di Ford Model T, possiamo dirlo con certezza, un importante traguardo per il mercato era stato superato: adattare l'industria dell'auto alle richieste di motorizzazione che il mondo le faceva. Il successo di Ford Model T sta alla base, senza dubbio, di tutto lo sviluppo dell'automotive successivo (non soltanto negli Stati Uniti).

Foto: Omniauto.it

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017