Excite

In Italia gli incidenti stradali sono la prima causa di morte tra i 5 e i 14 anni

Secondo una ricerca Fiat, presentata in occasione del lancio della seconda edizione della campagna informativa "Bimbisicuramente", in Italia gli incidenti stradali sono la prima causa di morte per bambini e ragazzi tra i 5 e i 14 anni. E' alta la percentuale di genitori che non usa o utilizza nel modo scorretto seggiolini per automobili e cinture di sicurezza.

L'Organizzazione mondiale della Sanità è stata ben chiara nel sostenere che i sistemi di sicurezza per i bambini riducono dell'80 per cento la probabilità di lesioni gravi, ma nonostante questo ogni anno sulle strade italiane muoiono circa 100 bambini e ne rimangono feriti circa 10mila. Come sottolineato dall'Ansa, la ricerca ha evidenziato che un numero rilevante di bambini viaggia "non allacciato" durante tragitti inferiori ai 3 chilometri. A quanto sembra, però, il 40 per cento degli incidenti mortali per i bambini avverrebbe proprio lungo questi brevi tragitti.

Per un bambino tenuto in braccio sul sedile anteriore o senza seggiolino un incidente può essere mortale anche a 20 chilometri all'ora. Non bisogna poi dimenticare che se il bambino non è adeguatamente assicurato al sedile l'apertura dell'air-bag può provocare gravi ferite. Secondo quanto emerso dalla ricerca, a Milano su 91 auto controllate, 12 avevano il bambino non allacciato sul seggiolino, mentre 30 ne erano del tutto sprovviste. Situazione ancora peggiore a Venezia-Mestre, Torino e Roma.

Foto: bimbisicuramente.it

motori.excite.it fa parte del Canale Blogo Motori - Excite Network Copyright ©1995 - 2017