Excite

Le auto d'epoca: il bello è ripararle

La parola auto d'epoca è spesso usata impropriamente, infatti dire che un'auto è d'epoca solo perché è molto vecchia, ma tenuta in ottime condizioni non è corretto. Per dire che un'auto è d'epoca bisogna innanzitutto che questa abbia superato i trenta anni d'età (la maggior parte dei collezionisti si dedica a questo tipo d'auto proprio per il gusto del restauro). Far tornare in vita un’auto con almeno trent'anni d'età sulle spalle che stava ormai quasi cadendo a pezzi, è per loro un'enorme soddisfazione; certo c'è bisogno di un minimo di competenze meccaniche poiché nella maggior parte dei casi l'auto richiede la sostituzione di alcune componenti interne che vanno ricercate, impresa ardua soprattutto se sono ormai fuori produzione, e rimontate correttamente.

Prezzi assicurativi meno esosi

Una volta che l'auto è stata rimessa a nuovo ed è torna ad essere funzionale bisogna affrontare il problema delle assicurazioni, anche perché la maggior parte dei collezionisti ama fare qualche giro sull'auto che lui stesso ha risistemato e rimesso in strada dopo qualche anno d'inattività portando magari la famiglia a fare un giro la domenica mattina. L'assicurazione è il problema minore dal punto di vista economico, perché alle auto che hanno superato i trenta anni d'età vengono applicate particolari tariffe molto vantaggiose. Il risparmio economico che riuscirete ad operate sulle rette assicurative lo andrete poi nuovamente a spendere in pezzi di ricambio e benzina.

Meccanica

Le auto d'epoca tendono ad essere soggette a molte riparazioni, perchè appartenendo ad un passato in cui sono state utilizzate, possiedono molti pezzi ormai usurati; di buono c’è che la loro sostituzione non è complessa, vista la semplicità meccanica ed elettronica di cui sono dotate.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017