Excite

Le auto di James Bond: missione compiuta

Qualcuno diceva: "solo un mito può mettere la parola fine a una leggenda". Non sempre è così, non sempre le cose finiscono. In tutte le auto di James Bond è insita la parola mito e il personaggio stesso costituisce una leggenda vivente, soprattutto se pensiamo ai grandi attori che lo hanno portato sullo schermo, da Sean Connery a Roger Moore. Le auto sono state tante e, come nelle grandi storie, hanno mantenuto intatto il loro fascino e, volta per volta, inanellato prestazioni da urlo. Con tutti quei trucchetti, poi…

Martin, Aston Martin

Auto, le auto di James Bond. Mai come in questi film il fascino del protagonista è così legato alla sua automobile. E dal 1962 a oggi è andata sempre così. Quante pellicole, ma soprattutto quante strade percorse: a inseguire e a fuggire. Il destino di un personaggio ch'era insieme malvivente, ladro,amatore, agente segreto. Difficile, praticamente impossibile citare tutte le vetture, evitando di perdersi. Quelle delle origini hanno di certo un fascino particolare: era, appunto il 1962, il film Agente 007 - Licenza di uccidere. Erano due le auto, una Sunbeam Alpine ed una Chevrolet 1957 Bel-Air. Non male come partenza, vero? Aston Martin DB5 per Goldfinger, 1964. Seggiolino eiettabile e una serie di congegni da perdere il fiato. Toyota 2000 GT in Si Vive Solo Due Volte, 1967. Per Sean Connery decidono di tagliare il tetto alla 2000 GT rendendo decappottabile la coupé, e lo fanno tanto velocemente che non c'è neppure la capotte sotto la finta copertura posteriore.

Ancora Aston Martin DBS per Al Servizio Segreto di Sua Maestà, 1969. Una nuova Aston Martin, la DBS, la medesima vettura che proprio il prossimo James Bond, Roger Moore, guida nella serie tv Attenti a quei due. Lotus Esprit S1, invece, per La Spia che Mi Amava, 1977: stile dinamico, enfatizzato dalla desueta forma a cuneo. Inoltre Esprit ha un motore 16 valvole velocissimo, ma percorre addirittura 12 Km con un litro, l'ideale negli anni della grande crisi petrolifera. Sul set ne vengono usati sei modelli solo per creare la trasformazione anfibia, tra questi uno di 90 cm sommergibile, funzionante e radiocomandato.

La morte può attendere, 2002: torna d'attualità Aston Martin. La V12 Vanquish dà vita a una sfida sui ghiacci epica, contro una Jaguar XKR altrettanto performante ed equipaggiata. Per girare la scena una delle Vanquish a disposizione viene 'truccata' modificando il cambio, affinchè andasse più veloce in retromarcia che in avanti.

007: in mostra e all'asta

Inghilterra: a Beaulieu, nell'Hampshire, il National Motor Museum e per tutto l'anno, ospiterà la mostra "Bond in motion", dedicata alle macchine di 007, provenienti, armi e trucchi inclusi, dai set dei suoi ventidue lungometraggi. Ecco allora la Lotus Esprit sommergibile del film La spia che mi amava, in cui a vestire i panni di Bond era Roger Moore, e l'Aston Martin DB5 di Goldfinger, dove Bond era, invece, Sean Connery e così via, in una panoramica di oltre cinquanta macchine, che racconta l'evoluzione del personaggio ma anche quella del costume.

Se l'è aggiudicata un collezionista americano, la leggendaria Astor Martin DB5 di James Bond, per la prima volta all'asta a Londra. Yeaggy, Harry Yeaggy, ha versato l'equivalente di 3 milioni di euro per avere l'auto guidata da Sean Connery in Goldfinger e Operazione Tuono. L'ex proprietario, un altro americano che l'aveva comperata nel '69, l'ha venduta a Yeaggy per finanziare la sua Fondazione, guarda caso contro il crimine…

E per un altro capitolo, un'altra Aston Martin

Un mito che ritorna. E, parlando della più leggendaria tra le auto di James Bond, la Aston Martin DB5 farà nuovamente bella mostra di sè in un film della saga. In Skyfall, la 23esima pellicola della serie 007, spazio per la splendida vettura sportiva inglese. Un'auto da favola, fortemente legata all'estetica degli anni Sessanta e al mito della spia più famosa del grande schermo. Prodotta dalla casa automobilistica Aston Martin dal 1963 al 1965 e disegnata dalla celebre carrozzeria milanese Touring Superleggera, la DB5 è subito entrata nel cuore degli appassionati delle quattro ruote in quanto sinonimo di stile e velocità.

motori.excite.it fa parte del Canale Blogo Motori - Excite Network Copyright ©1995 - 2017