Excite

Madrid, in auto col manichino: tutto per percorrere la corsia preferenziale

  • Infophoto

Sembra una barzelletta o, al massimo, la classica furbata di un napoletano in vacanza all'estero. Invece è realtà ed è opera di uno spagnolo. Pur di scampare al traffico tentacolare ed eludere i controlli della polizia, decide di posizionare un manichino (perfettamente vestito) a lato passeggero: questo, per poter approfittare della più veloce corsia preferenziale.

Codice della strada, questo sconosciuto

In auto col manichino, a Madrid. Pur di evitare le code, pur di arrivare prima a lavoro o, magari, ad un appuntamento galante. Fortuna che c'è la corsia speciale: il luogo del "delitto" è la corsia VAO dell'autostrada A6 della Madrid-La Coruña, all'altezza de "las Rozas" (direzione Madrid). I vigili hanno dichiarato di non aver mai visto una cosa del genere e, cosa ancor più curiosa, di non aver riconosciuto immediatamente quel pupazzo di plastica vestito come fosse una donna in carne ed ossa. "Un'insolita immobilità del copilota", questo ha fatto sorgere qualche dubbio all'agente di polizia che aveva fermato il trentenne spagnolo per un controllo di routine. Appena il poliziotto è andato a toccare la "donna", si è accorto del bluff.

Peggio che sborsare 200 Euro...

In tempo di crisi ogni risparmio è guadagno. Che si tratti di 20 o 200 Euro. Tutto fa brodo, per combattere la crisi economica. Precisiamo, nel caso specifico, che in alcune autostrade iberiche esistono delle corsie preferenziali che possono essere percorse esclusivamente da vetture contenenti almeno due persone. Cosa diversa rispetto alle corsie di emergenza presenti su quasi tutti i tratti delle autostrade italiane. La multa, da quelle parti, arriva sino a 200 Euro per infrazioni del genere: stando così le cose, oltre al danno (la brutta figura) e la beffa (non averla fatta franca, chissà dopo quante altre occasioni fortunate), ci sta pure la famigerata contravvenzione. In auto col manichino non si va: al giovane spagnolo forse 200 Euro non saranno bastate questa volta...

motori.excite.it fa parte del Canale Blogo Motori - Excite Network Copyright ©1995 - 2017