Excite

Mercedes SLK, la terza generazione è qui

Il cambiamento continua, costante e nel suo rinnovamento di gamma Mercedes non si ferma e ci porta a conoscere la nuova generazione del roadster che forse più di tutti ha incarnato lo spirito della sportività a tre punte della casa tedesca: l'SLK.

Nulla forse sarà come prima e ce ne accorgiamo solamente dando quella che un'occhiata fugace alle sue nuove forme, più in linea con quella che è la linea guida dei designer germanici dell'ultimo corso. Più vicina quindi, a tutta l'offerta Mercedes con un frontale maggiormente lungo e alto, ed un posteriore che chiude in maniera meno goffa e più decisa.

Un modello questo che riesce ad essere anche più aerodinamico della precedente SLK con un Cx di 0,30 di tutto rispetto. E con l'adozione dell'alluminio per il cofano ed il parafango. Ordinabile con ben tre diverse tipologie di autotelaio: standard, sportivo e Dynamic Handling con ammortizzatori a controllo elettronico e sterzo a rapporto variabile con un che pacchetto comprende il differenziale elettronico che agisce attraverso i freni.

Gli Interni lineari e funzionali, con uno spiccato senso di ordine e con la strumentazione raccolta con quadranti su fondo bianco e le quattro bocchette circolari. Il resto dell’abitacolo vede un notevole utilizzo di alluminio spazzolato, le alternative per il cliente finale sono nella possibilità di scegliere la radica di noce scuro e il frassino. Ma quando il tetto rigido lascia spazio al cielo, entra in gioco la tecnologia con un volante riscaldato ed i sedili che ospitano pilota e passegero provvisti di tecnologia Airscarf, l'esclusiva l’innovazione portata dalla seconda generazione della SLK e che consiste in un getto d’aria calda all’altezza del collo in modo da poter viaggiare a comodamente con il tetto aperto anche fuori stagione.

Il tetto potrà essere come noi lo vogliamo grazie a tre diverse possibilità di allestimento: il classico tetto in tinta, quello con finestra panoramica e vetri oscurati e il Magic Sky Control sistema che riesce a cambiare all’istante la luminosità all’interno dell’abitacolo attraverso l’oscuramento della parte superiore trasparente dell’hard top. Migliorata allo stesso modo anche la dotazione di sicurezza di questa autovettura con l'adozione dell' Attention Assist, che sorveglia lo stato di fatica del guidatore consigliandogli quando è necessario effettuare una pausa, il sistema Pre-Safe di frenata preventiva, i fari dotati regolazione automatica del fascio e lo Speed Limit Assist che rileva con una telecamera i limiti di velocità.

Per quanto riguarda i propulsori i troviamo dinanzi a tre scelte con il 184 CV della SLK 200 e 204 CV della SLK 250, che montano rispettivamente un 4 cilindri turbo 1,8 litri e la versione di punta, quella forse più ambita da chi ama le sensazioni di guida forti che è la la SLK 350 con il nuovo V6 3,5 litri che sprigiona la bellezza di 306 CV e fornisce prestazioni da brivido visto che l’accelerazione da 0 a 100 km/h è compiuta in 5,6 secondi e la velocità massima tocca i 250 km/h. Una meraviglia che sarà ordinabile dal 17 gennaio con un listino che prevede di partire da 38.675 euro per la SLK 200 BlueEFFICIENCY, SLK 250 BlueEFFICIENCY costa invece 44.256,10 euro mentre la SLK 350 BlueEFFICIENCY è posizionata a 52.300,50 euro. Chicca finale, il lancio di una versione iniziale destinata forse a pochi fortunati denominata Edition 1, con una vernice in tinta grigio Shape e l'immancabile tetto panoramico.

motori.excite.it fa parte del Canale Blogo Motori - Excite Network Copyright ©1995 - 2017