Excite

Milano Auto Show: nuovo salone italiano, alla Fiera di Milano dall'11 al 21 dicembre 2014

  • Getty Images

Un nuovo salone dell'auto tutto italiano: è stato presentato oggi il Milano Auto Show per colmare il vuoto lasciato prima dall'evento di Torino e successivamente dal Motor Show di Bologna, annullato nel 2013.

La nuova manifestazione sarà in programma dall'11 al 21 dicembre 2014 e l'annuncio è arrivato da Alfredo Cazzola amministratore unico di Promotor Srl, e da Enrico Pazzali, AD di Fiera Milano.

Un ritorno proprio nella “città dell'automobile”, Milano, dove si svolsero tra il 1901 e il 1906 le prime esposizioni dei motori e dove tra il 1920 e il 1937 il Salone Internazionale dell'Automobile.

Il Salone si svolgerà allaFiera Milano: ottimi collegamenti aerei, ferroviari e stradali, ampi e moderni spazi coperti e un'area esterna di 60mila metri quadrati ideale per le prove dei mezzi come già avviene per il Salone della Moto. ''Milano Auto Show entra nel panorama dei Saloni internazionali dell'automobile - ha spiegato Cazzola -con l'obiettivo di dare un'efficace e condivisa piattaforma al settore delle quattro ruote attraverso un concept fieristico innovativo, che sappia trarre grande valore da un territorio trend setter come l'area milanese''.

Smart Energy (un'ampia fotografia dell'offerta dei sistemi di propulsione alternativa a basso impatto ambientale), Lifestyle (automobile e stili di vita emergenti), Design (nuove tendenze dello stile automobilistico) e Infotainment (il veicolo come device a supporto dell'automobilista) saranno i grandi temi del Salone.

Non l'hanno presa benissimo, però, a Bologna. “Il salone dell'Auto italiana c'era e c'è ed è il Motor Show di Bologna, riconosciuto ed inserito nel calendario 2014 dall'Organizzazione Internazionale dei Saloni dell'Auto”, ha dichiarato il presidente di Bolognafiere, Duccio Campagnoli. "Il Motor Show è un marchio di BolognaFiere- ha scritto Campagnoli - che BolognaFiere ha contribuito a sviluppare affidandolo al Signor Cazzola che poi ne ha venduto ai francesi di Gl Events l'organizzazione solo qualche anno fa, così come ha venduto la sua quota azionaria in BolognaFiere e in Fiera Rimini nonché lo storico Lingotto di Torino e la Fiera di Padova. L'unica cosa quindi che il Sig. Cazzola non può dire è che si è dovuto muovere come salvatore della patria per non 'far restare l'Italia senza un Salone dell'Auto'”. Per il presidente della fiera bolognese, non è ancora chiaro cosa sia in concreto questo nuovo salone, ”se non, per quel che appare, forse una riedizione del vecchio format bolognese”.

motori.excite.it fa parte del Canale Blogo Motori - Excite Network Copyright ©1995 - 2017