Excite

Mille Miglia 2008, da Brescia a Roma e ritorno

La Mille Miglia, corsa che Enzo Ferrari definì la "più bella del mondo", è partita ieri, giovedì 15 maggio alle 19.30, da Brescia. Accoglie 375 auto d'epoca, veri e propri gioielli, pronte a darsi battaglia per le strade del Belpaese fino a toccare Roma, giro di boa di un tracciato lungo 1.600 chilometri. Distanza da percorrere in poco più di due giorni - il ritorno a Brescia è previsto nella notte fra sabato e domenica - rivivendo, tra borghi, colline e città gonfie di arte e tradizione, il mito di una gara che trafisse il cuore degli italiani dal 1927 al 1957 e che non smette di strappare ammirazione e entusiasmo.

Mille Miglia: guarda le foto di Maria Grazia Cucinotta ospite d'onore a Brescia

Guarda le foto di vip e auto d'epoca in Piazza della Loggia

Brescia è stata invasa da migliaia di patiti dell'auto e da semplici curiosi, tutti a fotografare, con la macchinetta digitale o il telefonino, le vetture e i piloti alla punzonatura. All'edizione 2008 della Mille Miglia storica, la prima organizzata da Sanremorally, Meet Comunicazione e Mac Events, partecipano ben 59 marche - dalla Ferrari alla Maserati, dalla Fiat alla Mercedes, dalla Bmw alla Aston Martin, oltre all'Alfa Romeo, alla Bentley, alla Triumph e alla Peugeot - e piloti di 29 nazioni.

Primi a partire in direzione Roma i tedeschi Ulrich Knoche e Berthold Bonekamp, su una Om 665 del 193. Alle loro spalle, poi, la sfilata delle altre 374 auto d'epoca, selezionate dagli organizzatori tra 1.700 domande, guidate da appassionati e da uomini dello spettacolo, come le Iene Luca Bizzarri e Paolo Kessisoglu, dell'alta cucina come Gianfranco Vissani in coppia con Massimo Giletti; dell'economia e della finanza, come i numeri uno di Brembo e Prada, Alberto Bombassei e Patrizio Bertelli; oltre che da sportivi del calibro degli ex piloti di Formula 1 Jochen Mass e Mika Hakkinen.

"E' una gara meravigliosa" hanno osservato le due Iene Luca e Paolo raccontando che l'anno scorso, quando arrivarono tra i primi cento alla loro prima esperienza, "non siamo andati in bagno per due giorni. Questa volta abbiamo imparato la lezione: andiamo in bagno prima e, poi, dritti per due giorni. Non vediamo l'ora di essere in strada per vedere posti splendidi" e, magari, migliorare il piazzamento ottenuto dodici mesi fa. Piazzamento che, scherzosamente, non sembra preoccupare Gianfranco Vissani - sfidato, tra gli chef-piloti dal britannico James Martin, seguito passo passo dalle telecamere della Bbc -: "vinciamo - ha garantito prima della partenza -, possiamo forse perdere? La Mille Miglia è una grande festa, come il Giro d'Italia. Speriamo che vada tutto bene e che i motori reggano".

Forse meno glamour dei personaggi dello spettacolo, ma acclamati dalle centinaia di persone assiepate in Piazza della Loggia, due figure di spicco nella storia della gara: Luciano Viaro, già primo lo scorso anno e nel 2005, e Giuliano Canè, plurivincitore della competizione, considerati un pò il Coppi e il Bartali della sfida. "Mi presento per correre al meglio - ha osservato Canè, in gara con una Ferrari berlinetta del '51 e non con una Aston Martin come previsto -, non credo che gli altri piloti siano in crisi per la mia presenza". Prudente Canè, prudente anche il campione in carica, Viaro, in corsa con una Alfa Romeo. "La gara è lunga - ha puntualizzato - e succede di tutto. Sono alla undicesima partecipazione, ma è sempre una emozione grande".

Lasciata Brescia, la Mille Miglia, attraverserà 7 regioni - Lombardia, Veneto, Emilia Romagna, Marche, Umbria, Lazio e Toscana - piccoli centri e città come Verona, Ferrara, Ravenna, Siena, RomaB - con la sfilata, per la prima volta, ai Fori Imperiali e l'arrivo a Castel Sant'Angelo - Firenze, Bologna e Mantova.

motori.excite.it fa parte del Canale Blogo Motori - Excite Network Copyright ©1995 - 2017