Excite

Minimoto: piccole moto per grandi campioni!

Regalare una minimoto a vostro figlio potrebbe rivelarsi una forma di investimento. Buono, se da grande riesce a diventare un grande campione; cattivo, se ancora in sella alla minimoto riesce prima a mettervi sotto!

Scherzi a parte, le minimoto sono tutt'altro che un gioco, ma vere e proprie moto da corsa in miniatura. Era il 1987 quando Vittorio Orazi, dell'azienda Vittorazzi, dopo aver assistito in Giappone ad un campionato del mondo di moto-modellismo, decise di costruirne una in grado di scendere dal piedistallo e correre per davvero.

Quello che all'inizio era solo un passatempo per bambini ricchi (le prime minimoto erano molto costose), si trasformò nel giro di pochi anni in una disciplina agonistica accessibile a tutti. I costi poi, si ridussero drasticamente quando anche s'iniziarono a produrre le minimoto cinesi. Soltanto allora, benché a discapito delle aziende italiane, si assistette al boom delle minimoto.

Tutti, genitori e bambini, volevano allora cimentarsi in sella a questi piccoli bolidi, e piegare in curva come i professionisti del motomondiale. Fu studiata poi una variante di minimoto con motore elettrico dalla velocità massima di 10-15 km/h. Certamente più sicura per i bambini di una minimoto a motore che può invece arrivare fino a 100 km/h.

Le minimoto a motore possono essere di due o quattro tempi, con raffreddamento ad aria o a liquido. Per funzionare hanno bisogno di una miscela (misto di olio e benzina), dalla cui qualità dipende il funzionamento ottimale del motore.

(foto © xoffroad.it)

motori.excite.it fa parte del Canale Blogo Motori - Excite Network Copyright ©1995 - 2017