Excite

Mosley ordina un taglio ai costi, la McLaren dice no

Questi sono i giorni in cui le maggiori borse sono fortemente provate. E a soli 130 km da Tokyo, il team della Ferrari sfoggia accesi colori da "benestante". Ma anche la Formula 1 deve abbassare i costi.

Per questo, la Fia e i vari team siederanno allo stesso tavolo per discutere sui tagli da applicare. Si è giunti a questa conclusione dopo il colloquio tenutosi a Nizza tra Max Mosley e il neo presidente della Fota (Formula One Teams Association), Luca Cordero di Montezemolo.

Forse ci voleva proprio la crisi per far aprire gli occhi ai team sugli sprechi di questo sport che ha sempre basato il proprio successo sullo spettacolo sfarzoso e su somme di denaro eccessive. Ora è il tempo di ridimensionare il tutto, e il presidente della Federazione Internazionale dell'Automobile ha dichiarato: "La situazione è estremamente seria e la crisi dei mercati sta facendo peggiorare un quadro già precario: questa Formula 1 è insostenibile".

Naturalmente c'è chi non è d'accordo come Norbert Haug, il responsabile delle attività motorsport della McLaren: "Di certo la crisi finanziaria non sta aiutando, ma le corse sono ancora ad alto rendimento. Negli ultimi dieci anni non abbiamo mai sforato il budget. Al contrario, qualche volta abbiamo speso meno”.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017