Excite

Nuovo Codice della Strada, tutte le novità

Ieri il Senato ha approvato il nuovo Codice della Strada, l'approvazione definitiva spetta ora alla Camera. Tante le novità. I giovani ciclisti fino a 14 anni dovranno indossare il casco; obbligo per i motociclisti, che vogliono portare con sè giovani dai 5 ai 12 anni, di dotarsi di un seggiolino apposito da agganciare alla sella; possibilità di pagare a rate le multe, per chi ha un reddito fino a 15mila euro; regole più severe per le minicar e sanzioni per meccanici e proprietari; test antidroga per il rilascio della patente; limite di 60km per chi trasporta un bambino in moto o motorino; targa personale, non più legata all'automobile ma al proprietario.

Bocciati gli emendamenti sugli autisti delle auto blu; sui 150 in autostrada, i limiti di velocità rimangono invariati; sul divieto di fumo in auto; sulla riduzione di un terzo della multa nel caso di pagamento entro dieci giorni. E' passato, invece, l'emendamento in base al quale la sospensione della patente può essere revocata dal prefetto per le strette esigenze familiari o di lavoro di chi ha subito la sanzione, ma in questo caso il periodo temporale di sospensione viene allungato.

Ecco tutte le novità:

Minicar: inasprimento delle sanzioni per chi trucca motorini e minicar, da 389 a 1.556 euro per il meccanico e da 148 a 594 per il proprietario. Introduzione dell'obbligo delle cinture di sicurezza nelle minicar.

Test Antidroga: obbligatori per il primo rilascio della patente e per il rinnovo di quella professionale.

Droghe: possibilità di essere sottoposti ad esami con strumenti o di campioni di mucosa o del cavo orale quando c'è ragionevole dubbio che il conducente sia sotto l'effetto di sostanze stupefacenti.

Licenziamento autista: chi ha subito la sospensione della patente professionale perché ubriaco o sotto gli effetti di stupefacenti può essere licenziato per giusta causa dal datore di lavoro.

Deroga a patente sospesa: il prefetto può concedere deroghe alla sospensione della patente, a determinate condizioni, per recarsi al lavoro o per fini sociali.

Alcol: locali ed esercizi pubblici devono possedere obbligatoriamente gli etilometri. Dalle 3 di notte divieto di vendere le bevande alcoliche nei locali notturni. Negli Autogrill sulle autostrade divieto dalle 22 alle 6, per chi trasgredisce previste multe da 2.500 a 7mila euro, e dalle 2 alle 7 per la somministrazione di bevande alcoliche, in caso contrario multe da 3.500 a 10.500 euro. Gli autotrasportatori e chi ha preso la patente entro tre anni non potrà bere alcolici prima di mettersi alla guida, previste multe da 155 a 624 euro.

Multe divise tra enti e comuni: i proventi delle sanzioni per eccesso di velocità sono al 50 per cento dei proprietari delle strade e al 50 per cento dagli enti locali. Inoltre, i proventi delle sanzioni amministrative e pecuniarie vanno destinati alla manutenzione stradale, alla polizia e all'istruzione sulla sicurezza stradale.

Multe a rate: chi ha un reddito fino a 15mila euro può rateizzare il pagamento delle multe superiori a 200 euro. E', poi, ridotto fino a 60 giorni il termine per la notifica delle multe.

Bambini: chi trasporta su un motociclo un bambino, fino a un metro e mezzo di altezza, non deve superare i 60 km/h. Per i minori dai 5 ai 12 anni è obbligatorio un apposito seggiolino di cui sarà il ministero dei Trasporti a definirne le caratteristiche. Sulla bici è obbligatorio il casco per i ragazzi fino a 14 anni.

Ciclisti: chi commette una infrazione con la bicicletta pagherà una multa, ma non vedrà tolti i punti dalla sua patente. Non sono previste sanzioni se si parcheggia la bici sul marciapiede o nelle aree pedonali.

Circolazione auto rally: le auto che partecipano alle competizioni motoristiche sportive potranno circolare liberamente per spostarsi da una parte all'altra dei circuiti di gara.

Tir e bus fino a 70 anni: è stata innalzata dai 65 ai 70 anni l'età dei conducenti di mezzi pubblici, autocarri e tir.

Autonoleggio con sidecar: accanto alle professioni tradizionali dei taxisti e dei conducenti di limousine trova posto anche il conducente di sidecar.

Il provvedimento è stato approvato dal Senato con 138 voti favorevoli, 3 contrari e 122 astenuti. A favore hanno votato Pdl e Lega. Si sono astenuti, invece, i senatori del Pd, dell'Italia dei Valori, del Gruppo Misto e delle Autonomie. Il nuovo Codice della Strada è stato rinviato alla Camera in terza lettura.

 (foto © LaPresse)

motori.excite.it fa parte del Canale Blogo Motori - Excite Network Copyright ©1995 - 2017