Excite

Pininfarina, accordo con Mahindra: indiani rilevano brand simbolo del design "made in Italy"

  • Twitter @dochoixehoi

Saranno indiani i nuovi proprietari del marchio Pininfarina, ad un passo dalla “migrazione” verso l’Asia dopo la positiva conclusione delle trattative (in corso da diversi mesi) tra azionisti del vecchio gruppo e rappresentanti del colosso Mahindra.

Scandalo Volkswagen, lettera all'Italia: "Non vendete quelle auto"

I rumors della stampa specializzata sull’imminente firma dell’intesa si erano fatti insistenti negli ultimi giorni e per avere l’ufficialità della notizia potrebbero bastare poche ore, essendo prevista una conferenza pubblica dei rappresentanti dell’azienda già nel pomeriggio.

85 anni di storia e un “palmares” ricco di riconoscimenti sia a livello di mercato che di “critica” hanno fatto del brand Pininfarina un simbolo senza tempo del "made in Italy" popolare in tutto il mondo, attirando sul colosso dell’automotive design tricolore crescenti attenzioni degli investitori esteri fino all’agreement con la società che in India è nota come leader nella produzione di veicoli sportivi e adesso punta al fronte occidentale.

(Proprietà indiana per il gruppo Pininfarina: la notizia fa il giro del web. Video)

Dalla fondazione nel 1930 ad oggi, Pininfarina è rimasto sinonimo di eccellenza italiana ma un ripensamento delle strategie aziendali si era reso necessario da qualche anno alla luce delle continue trasformazioni del mercato automobilistico internazionale: con l’arrivo degli azionisti indiani, sarà ufficializzata l’uscita di scena della holding Pincar ormai in liquidazione e nelle casse del gruppo verranno versati 150 milioni di euro a titolo di rifinanziamento del debito pregresso.

Quando manca soltanto la firma al sigillo dell’accordo, Piazza Affari ha sospeso il titolo in Borsa della società destinata a passare di mano con l’ingresso di Mahindra e le fibrillazioni registrate nei giorni scorsi (culminate nel rimbalzo negativo del 9% nella seduta di venerdì 11 dicembre) sembrano ormai consegnate al passato.

Secondo le indiscrezioni riportate poco fa dall’autorevole testata d’informazione economica Bloomberg, la ristrutturazione del passivo e il nuovo piano industriale sarebbero stati programmati dai vertici di Pininfarina d’intesa con gli interlocutori asiatici in vista dell’imminente rilancio del gruppo.

Pubblicato da Marco Franco - Profilo Google+ - Leggi più articoli di Marco Franco

motori.excite.it fa parte del Canale Blogo Motori - Excite Network Copyright ©1995 - 2017