Excite

Indietro nel tempo con gli pneumatici per le moto d'epoca

Due ruote sono meno di quattro, ma se sono antiche esercitano lo stesso e identico fascino. Polvere e silice, un mix perfetto per dare risalto al mercato e al valore degli pneumatici per le moto d'epoca.

Evidente è, quindi, la passione che permea tanto il compratore, quanto soprattutto l'acquirente: che si tratti di un Pirelli 15/61 16 s 0523 Slick Rear, posteriore racing a mescola dura, piuttosto che un Michelin 110/80 18 V Hi Sport TF11 (Front TL), anteriore intermedio a mescola dura del 1987.

Pneumatici per moto d'epoca, di questo stiamo parlando. Anche nei forum, sul Web, c'è chi si pone la domanda: "Quali gomme per le nostre attempate motorette?". Questo, a proposito di moto turistiche/sportiveggianti anni '50-'60: Gilera Saturno, B300, Guzzi Falcone, Aermacchi, Inglesi varie... Si ricerca spesso un'alternativa valida alle solite Avon Speedmaster davanti e Dunlop k82 dietro.

Esperti più o meno attendibili consigliano di non andare dal gommista, ma di ordinare il tutto: cambiare le camere d'aria e montarle da soli, mettendo un pò di grasso sul bordo d'attacco tra gomma e cerchio, gonfiare a pressione superiore, e quando la gomma è uscita tutta fuori e in maniera uniforme, mettere la pressione consigliata.

I consigli, ad esempio, possono andare in questa direzione: pneumatici Heidenau per il Morini 350 Sport e per la Z400 Kawasaki. Sarebbe curioso provare su un Morini 350 Sport, una copertura della già citata tedesca Heidenau, che coniuga un disegno d'epoca ad una mescola da pista, omologata per uso stradale. Tutto questo, tenendo conto che qualcuno la pensa così: "Queste gomme, secche da anni, dureranno pure una vita, ma sono molto pericolose".

  • Fonte:
  • flickr.com

motori.excite.it fa parte del Canale Blogo Motori - Excite Network Copyright ©1995 - 2017