Excite

Porsche 911: un numero, una salvezza

Ha quasi 50 anni, eppure non annaspa, non passa mai di moda. Era il 1963 e, ancora oggi, lo stesso numero della polizia made in USA diventa l'attributo ideale di questa piccola grande bomba su 4 ruote. Porsche 911 è tutto questo e anche di più, è la tradizione che si rinnova anno per anno, motore dopo motore, è quell'idea di libertà in corsa e a spasso su centinaia di cavalli silenziosi. Ma mica tanto.

Un'auto moderna a 360°

La nuova Porsche 911 si presenta con un look moderno. Senza dubbio, una delle più grandi per quanto riguarda le dimensioni, con il passo che guadagna circa 10 cm rispetto alla versione precedente. Aumenta anche la larghezza e l'auto acquisisce un aspetto più elegante e atletico, grazie anche al suo generale abbassamento. Decisamente più leggera rispetto al passato, grazie alla carrozzeria realizzata in alluminio, acciaio e materiali compositi.

Questa 911 dovrebbe guadagnare circa 45 kg, se andiamo a raffrontarla con i modelli pregressi e tutto questo sarà unito da una struttura più rigida e con aerodinamica ottimizzata: il rinnovato spoiler posteriore ne è elemento fortemente caratterizzante. Il motore è un 6 cilindri da 3.4 litri, in grado di sviluppare una potenza massima di 350 Cv. Questo permette all 911 di passare da 0 a 60 miglia orarie (96 km/h) in soli 4,4 secondi! il tutto, grazie al cambio PDK dual clutch a sette velocità (in 4,2 secondi con la funziona Launch Control compresa nel pacchetto Sport Chrono).

Come alternativa sulla Carrera S dovrebbe trovare posto anche un 6 cilindri da 4.0 litri e 400 Cv di potenza, che arriverebbe alle 60 miglia in 4,1 secondi e in 3,9 se arricchita dal pacchetto Sport Chrono. La velocità di punta sarà di 303 km/h. Una scheggia.

Una cabrio da amare

Il taglio della capote è perfetto, con la tela che gira sopra le teste dei passeggeri tracciando un arco quasi perfetto. Una capote che non è compatta solo quando è chiusa: quando si vuole lasciare l'abitacolo en plein air (operazione che si compie elettrricamente in soli 13 secondi anche in marcia, fino a 50 km/h!), i vari pannelli si ripiegano a Z e scompaiono in un vano alto solo 23 cm e lungo 55. Così i designer hanno potuto tracciare una coda molto elegante, priva di quella sorta di gobba che ha caratterizzato alcune edizioni precedenti.

Dalla linea di spalla in giù, la Porsche 911 Carrera Cabriolet 2012 eredita dalla Coupé le peculiarità del c.d. progetto 991. La novità principale rispetto alla "vecchia" 997 consiste dunque nell'adozione di un nuovo pianale, con sospensioni riprogettate per offrire una maggior precisione di guida e con passo allungato di una decina di centimetri.

Se il cambio PDK (circa 3.500 euro) è quasi un must, lo stesso vale anche per il pacchetto Sport Chrono (altri 2.000 euro o giù di lì in abbinamento al PDK). Acquistandolo si può disporre di tre settagli per l'elettronica di bordo (normale, Sport e Sport Plus, con i primi due già standard sulla Carrera S), che rende ogni reazione della macchina molto rapida, a livello di motore e di sterzo come anche di cambio robotizzato. A questo punto però ci si ritroverebbe a sborsare una cifra ben diversa dal listino, che parte da 103.200 euro per la Carrera Cabriolet e da 117.850 euro per la Carrera S Cabriolet. Mai come in questo caso: se si è fatto 30, 31 è dietro l'angolo. Orsù.

Bellissima...

Per non passare inosservati, certo. Ma anche per stare al sicuro, vista la grande affidabilità su strada di questa possente vettura. Bella, bellissima: con una capote attillatissima e un inedito frangivento a comando elettrico, la Porsche 911 Carrera Cabriolet 2012 veste i panni della scoperta quattro stagioni. Capace, tra l'altro, di fare un figurone anche in pista.

motori.excite.it fa parte del Canale Blogo Motori - Excite Network Copyright ©1995 - 2017