Excite

Prezzi benzina 2015, a febbraio aumenti record: il Codacons chiede l'intervento del governo

  • Twitter @Agenzia_Ansa

Se per qualche settimana, fino a pochi giorni fa, milioni di automobilisti avevano usufruito della boccata d’ossigeno della discesa dei prezzi di benzina e diesel alla pompa, in poco tempo il trend dei mercati petroliferi è nuovamente cambiato e i listini sono tornati a gonfiarsi.

In discesa i listini dei carburanti a fine 2014, boccata d’ossigeno per gli automobilisti

La spirale di rialzi, però, sembra trovare giustificazione solo in parte nell’aumento delle quotazioni del greggio di inizio mese, alla luce della crescita record dei costi del carburante registrata nell’arco di una settimana in tutta Italia.

Dalla punta minima di 1,400 € dello scorso gennaio si è così passati, troppo velocemente secondo i portavoce nazionali del Codacons, alla media di 1,551 euro per la benzina verde e di 1,450 del gasolio della metà di febbraio, prezzi “non proporzionati rispetto all’andamento del petrolio” ad avviso della battagliera associazione dei consumatori italiani.

“Chiederemo un intervento del governo ha annunciato alla stampa oggi il presidente Carlo Rienzi, sollevando il problema del possibile cartello di distributori di carburanti sul territorio nazionale finalizzato a far lievitare i prezzi senza tener conto delle reali oscillazioni del mercato.

(Gennaio, ancora ribassi su benzina verde e diesel: punte minime sotto 1,40 € in Italia)

Non è una novità, infatti, la contraddizione tra discesa delle quotazioni e andamento dei listini alla pompa: quando il petrolio scende, denunciano da tempo Codacons e altre associazioni, difficilmente “verde” e diesel seguono lo stesso trend, alterando almeno in parte le proporzioni sempre a spese dei consumatori in caso di aumento dei costi.

Una raffica di rincari, quella partita di recente in Italia, destinata a durare ancora a lungo con pesanti ripercussioni sul potere d’acquisto di privati e aziende, dopo la consistente ma forse illusoria picchiata dei listini di scena nelle prime settimane del 2015.

Soltanto i (non più pochi) automobilisti in possesso di veicoli di ultima generazione alimentati con carburanti alternativi ai prodotti petroliferi, almeno per adesso, possono guardare con fiducia all’andamento dei prezzi.

Pubblicato da Marco Franco - Profilo Google+ - Leggi più articoli di Marco Franco

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017