Excite

Quando scatta la prescrizione per le multe?

  • Facebook

C’è un limite (temporale o di altro genere) a tutto, persino alle multe. Passato un certo numero di anni dalla notifica al destinatario della sanzione, l’ente pubblico o l’agente della riscossione non può più esigere il pagamento della contravvenzione e questo in virtù delle disposizioni del codice della strada all’articolo 209.

Vale la pena comprare una macchina nuova? Tesi a confronto

La prescrizione, in tale caso, è quinquennale come confermato dalla sentenza 127/2016 della Corte di Cassazione della quale ha dato conto di recente il sito web d’informazione in materia giuridica collegato allo "Studio Cataldi".

Un cittadino di Barletta ha infatti presentato un ricorso al Giudice di Pace facendo leva sull’art. 615 del codice civile contestando in sede legale la negazione di qualsiasi termine di decadenza in merito alle leggi che disciplinano la circolazione stradale: obiezione accolta pienamente.

(Attenzione al pagamento delle multe: il servizio di "diMartedì". Video)

In base a quanto stabilito dalla magistratura in tale importante pronuncia, quando la multa si ricollega ad infrazioni del codice della strada non vanno applicate le norme che regolano la riscossione delle imposte dei redditi e quindi dopo i 5 anni scatta la prescrizione "ex lege".

L’automobilista raggiunto a suo tempo dalla sanzione può sperare nella decorrenza del termine, confidando nei ritardi e nelle difficoltà oggettive dell’ente locale o dell’agente di riscossione per evitare il pagamento della contravvenzione.

Un incubo, quello della cartella esattoriale con richiesta di estinzione del debito per cifre destinate a crescere col passare del tempo fino ad assumere proporzioni consistenti, che da sempre toglie il sonno a non pochi contribuenti (nello specifico proprietari di auto) italiani potenzialmente nel mirino dell’amministrazione pubblica.

La sentenza emessa dal Giudice di Pace a Barletta farà sicuramente giurisprudenza consentendo a tanti “titolari” di multe di opporsi alle richieste di Equitalia che secondo quanto stabilito nel merito dal verdetto numero 127 del 2016 troverà la strada sbarrata di fronte alla controparte coperta dai termini di prescrizione.

Pubblicato da Marco Franco - Profilo Google+ - Leggi più articoli di Marco Franco

motori.excite.it fa parte del Canale Blogo Motori - Excite Network Copyright ©1995 - 2017