Excite

Renault, licenziati tre manager. Diffondevano segreti sull'auto elettrica

Spionaggio nella famosa casa automobilistica Renault. A quanto pare tre dirigenti hanno diffuso informazioni riservate su un progetto relativo all'auto elettrica e per tale ragione sono stati licenziati. Secondo quanto contenuto in una dichiarazione dell'avvocato della Renault, Christian Husson, i tre manager 'hanno consapevolmente e intenzionalmente messo in pericolo la compagnia'.

In seguito alla scoperta del fatto la casa automobilistica ha innalzato l'allarme del governo sullo spionaggio industriale. L'inchiesta, in seguito alla quale i tre dirigenti sono stati sospesi lunedì, è stata aperta lo scorso agosto.

Intervenendo alla radio transalpina Rtl, il ministro dell'Industria francese, Eric Besson, ha parlato di un fatto grave, per il quale è appropriata 'l'espressione di guerra economica'. Bisogna ricordare che la Renault è in parte di proprietà statale. Secondo quanto riferito da Besson, il caso sembra riguardare lo sviluppo di un'auto elettrica, una delle priorità principali dell'amministratore delegato di Renault Carlos Ghosn.

L'avvocato Husson ha spiegato: 'Per Renault si tratta di fatti molto gravi che riguardano persone in posizioni particolarmente strategiche nell'azienda che giustificano la decisione di sospenderli, al fine di proteggere, senza attesa, gli asset strategici, intellettuali e tecnologici, della nostra azienda'.

 (foto © LaPresse)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017