Excite

Impazzire con i ricambi: in moto può accadere

A volte si può anche impazzire con i ricambi moto: manca un pezzo, un altro è andato a farsi benedire, e ci si ritrova con un veicolo monco, che non può più correre e che, quindi, non ci è più utile.

I famosi pezzi di ricambio: quelli che fanno rima con il centro assistenza di turno, sempre pronto a farci aspettare, a rinviare la consegna del prodotto che ci interessa. Perchè? Perchè i pezzi di ricambio sono esauriti, è necessario ordinarli alla casa madre, bisognerà quindi avere un po' di pazienza, abbandonare l'idea di tagliare il traffico con la nostra moto e accontentarsi dei mezzi pubblici.

Motori, specchietti, fanali, carene, parafanghi, serbatoi, pedane. E questi sono solo i primi esempi. Certo, la questione s'ingrossa e genera fastidio soprattutto nel momento in cui a mancare all'appello è un accessorio, un pezzo importante della nostra moto. Di un parafango si può fare a meno d'estate, se un fanale funziona così così possiamo pensare di utilizzare il veicolo esclusivamente nelle ore diurne.

Cupolino, codone, fiancata, bandella, fianchetto, scarichi, selle, forcelle. La fiancata è, ad esempio, un elemento di estetica, ma anche di sicurezza: non è bello esserne privi, non fa stare bene averla ridotta in condizioni penose, ma allo stesso tempo la stessa aerodinamica della moto potrebbe soffrire per una botta importante occorsa alla stessa. Gli scarichi sono fondamentali, se la moto non va, il problema è spesso nelle valvole di scarico, quindi in questo caso non ci si potrà che fermare e attendere il pezzo di ricambio, o, comunque, il parere del meccanico di fiducia.

Sulle selle, inutile soffermarsi: un viaggio su due ruote è di per sè meno comodo dello stesso percorso fatto in automobile: anche solo 5 km con una sella che si muove, o che ha perso consistenza, possono essere molto fastidiosi. Stesso discorso per uno specchietto: la sicurezza muove da alcuni elementi della moto, elementi cardine, come ad esempio i freni e come gli stessi specchietti: per andare avanti bisogna guardarsi alle spalle, è risaputo.

Per quelli che, comunque, non costituiscono problemi essenzialmente meccanici, ci si può per fortuna rivolgere a siti specializzati che, molto spesso rieswcono a trovare la soluzione al nostro problema: basta solo (e non sempre) un piccolo contributo spese e il problema si risolve in qualche giorno.

  • Fonte:
  • motoblog.it

motori.excite.it fa parte del Canale Blogo Motori - Excite Network Copyright ©1995 - 2017