Excite

Ritirati dal mercato questi seggiolini auto

  • Twitter @Telegraph

Sono stati gli stessi produttori dei seggiolini auto “incriminati” a lanciare l’allarme sicurezza per alcuni modelli diffusi da tempo sul mercato in tutto il mondo, da ritirare immediatamente perché non capaci di resistere ai gravi incidenti in strada.

Perché i bambini non dovrebbero dormire mai nei seggiolini auto?

La linea finita nell’occhio del ciclone dopo l’sos della casa costruttrice è la “Mamas&Papas” dell’Argos, azienda molto attiva nel campo degli articoli per l’infanzia.

In una nota stampa firmata dai responsabili comunicazione del gruppo, si legge che “lo scudo protettivo ideato per i bambini potrebbe essere difettoso” e quindi i seggiolini di cinque diversi modelli dovranno tornare alla base per un controllo, con garanzia di rimborso totale dei clienti costretti a restituire il prodotto in negozio.

Al momento non esistono statistiche o altre informazioni specifiche su eventuali incidenti verificatisi a causa del problema di funzionamento del dispositivo anti-urto rilevato dai tecnici dell’Argos in sede di test successivo alla vendita degli articoli poi sottoposti al richiamo.

(Gli errori da non fare quando si monta un seggiolino auto per bimbi: guarda il video)

L’annuncio del difetto di fabbrica dei Mamas&Papas in queste ore sta però suscitando scalpore specialmente sui popolari social network, dove non mancano attacchi indignati dei clienti contro l’azienda britannica accusata di aver messo in commercio prodotti potenzialmente pericolosi per l’incolumità in auto dei passeggeri in tenera età.

“Noi abbiamo sempre avuto a cuore l’aspetto della sicurezza” sostiene Argos (difendensosi da prevedibili polemiche) nel recente comunicato diramato per avvertire l’utenza dei rischi connessi all’uso dei seggiolini che non rispettano gli standard di protezione dei bambini in auto.

Il timore coltivato da centinaia di genitori è di una scarsa informazione da parte dei produttori di articoli per bimbi su aspetti di fondamentale importanza come appunto la capacità di resistere agli urti senza “trappole” mortali magari nascoste dettagli non facile da individuare: l’ennesimo campanello dall’arme scattato oggi sembra aver riaperto un dibattito destinato a incidere in qualche modo sui consumi.

Pubblicato da Marco Franco - Profilo Google+ - Leggi più articoli di Marco Franco

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017