Excite

Rolls-Royce Ghost LWB

La casa automobilistica britannica Rolls-Royce, di proprietà del Gruppo BMW, ha scelto il Salone di Shanghai 2011 per presentare la nuova Ghost LWB (long wheel-base, a passo lungo), proprio là dove le berline di grandi dimensioni e lussuose, raffinate ed europee sono apprezzate. Perché? Per il fatto che nella società cinese possedere una tre volumi di questa tipologia (ma anche meno esclusiva) equivale a dimostrare la propria – ampia – disponibilità economica.

Foto: alcune immagini della nuova Rolls-Royce Ghost LWB

La nuova Rolls-Royce Ghost a passo lungo viene caratterizzata da un aumento di centosettanta millimetri in lunghezza: la nuova versione speciale della berlina di lusso britannica è lunga, dunque, 557 centimetri; immutate, invece, le altre dimensioni del modello: anche Ghost a passo lungo misura 195 centimetri in larghezza e 155 centimetri in altezza. Neppure la linea cambia: Rolls-Royce Ghost è sempre la stessa ammiraglia dal sapore molto retrò che abbiamo già conosciuto.

Sotto il cofano della berlina di lusso da oltre 5,5 metri di lunghezza è presente un motore 6,6 litri V12 benzina, in grado di erogare 671 cavalli e 780 Nm di coppia massima, trasferiti all'assale posteriore e gestiti da una trasmissione automatica sequenziale ad otto velocità. La nuova Rolls-Royce Ghost a passo lungo può raggiungere la velocità massima di 250 chilometri orari (autolimitata elettronicamente) e può portarsi da zero a cento chilometri orari in 5 secondi.

La nuova Ghost in versione a passo lungo sarà commercializzata durante l'anno corrente in forma limitata e soltanto dal prossimo anno senza alcun freno; il CEO dell'azienda britannica Rolls-Royce, Torsten Müller-Ötvös, ha fatto sapere che è la prima volta che il brand presenta una vettura in oriente in anteprima internazionale. Simbolo che quel mercato è sempre più rilevante anche per una casa automobilistica di tal lignaggio.

Silenzio sui prezzi. Da guidare, ovviamente, ora più che mai, con l'autista al seguito.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017