Excite

Rottamazione auto 2011, ritorna la compensazione dei crediti

Neppure di fronte alle numerose pressioni delle case automobilistiche, che avevano desiderato fortemente nuovi incentivi economici alla rottamazione per l'anno 2011, il Governo si è lasciato smuovere ed impietosire: niente aiuti a clienti che cambiano (e rottamano) la propria vettura vecchia e (possibilmente) inquinante con una nuova e parsimoniosa. In realtà, per quanto riguarda la rottamazione auto 2011, c'è un capitolo piuttosto interessante, che ora proviamo ad analizzare.

Nello specifico, l'Agenzia delle Entrate, all'incirca a metà del mese di gennaio, ha riattivato il codice tributo per la rottamazione auto 2011, sospeso da alcune settimane a causa di anomalie riscontrare dal Fisco nella compensazione dei crediti. In sostanze, la rottamazione auto 2011 potrà essere utilizzata per ridurre o annullare altre voci di spesa delmodello F24 e può già essere utilizzata dalle case automobilistiche che importano o producono veicoli in Italia, ma anche dai centri autorizzati che effettuano la rottamazione della vettura e dai cessionari di credito eventuali. Non è chiaro se ogni singolo cittadino possa utilizzare il servizio e a quanto ammonti, nel dettaglio, la compensazione di credito per la rottamazione auto 2011.

La rottamazione auto 2011 non avrà però lo stesso successo di quella dello scorso anno: la mancanza di incentivi statali per il cliente, rimossi dal Governo in piena fase di tagli indiscriminati, smorza l'entusiasmo del mercato, che già durante il mese di dicembre scorso aveva lanciato segnali negativi. L'abbassamento del livello medio di anidride carbonica emesso nell'atmosfera dal parco veicoli dell'Unione Europea (la meta è 120 grammi per chilometro entro il 2015), dunque, sembra oggi molto più complesso e più distante da ottenere, anche a causa della mancanza di bonus sulla rottamazione auto nel 2011.

motori.excite.it fa parte del Canale Blogo Motori - Excite Network Copyright ©1995 - 2017