Excite

Saab costruirà una piattaforma modulare

La nuova vita della casa automobilistica Saab non si limiterà soltanto ad un design più ricercato (frutto del nuovo responsabile, la matita Jason Castriota): alcune voci, provenienti direttamente dalla Svezia, ove ha sede il quartier generale della società motoristica, asseriscono che proprio là sia in preparazione una nuova piattaforma, sufficientemente modulare, che sarà la base di tutta o quasi la gamma Saab nel futuro.

Proviamo a capirne qualcosa di più: oggi, la berlina media di segmento D, Saab 9-3, e tutte le sue derivate sono realizzate su un pianale di origine General Motors, definito Epsilon II. Per la nuova generazione, il desiderio del management Saab è quello di sfruttare qualcosa di nuovo: si, ma cosa? Secondo le indiscrezioni, sarebbe in preparazione una nuova piattaforma: Saab starebbe rimaneggiando in profondità il pianale Epsilon II, per farne un prodotto suo proprio. Che si chiamerà Phoenix (già, come la concept car che Saab ha svelato al Salone di Ginevra 2011).

Questa nuova piattaforma sarà disponibile per vetture che andranno dai 4,2 metri di lunghezza ai 5,5 metri di lunghezza: ipoteticamente, dunque, potrebbe dare vita ad una hatchback media tanto quanto ad una berlina di segmento F. La gamma Saab ne gioverebbe. Si sa ancora molto poco su questo nuovo pianale: la nuova piattaforma Pheonix sarà introdotta all'interno della gamma con la nuova generazione di Saab 9-3 e da lì, da quel momento soltanto, se ne potranno studiare le caratteristiche meccaniche.

I soliti ben informati, tuttavia, suggeriscono che la piattaforma Phoenix di Saab adotterà il layout McPherson e uno schema five-link per quanto riguarda l'assale posteriore. Nella progettazione interverrà anche Scania: il progetto della casa automobilistica Saab è quello di poter sfruttare Phoenix per molto tempo, soltanto con qualche piccolo aggiustamento nel corso degli anni.

motori.excite.it fa parte del Canale Blogo Motori - Excite Network Copyright ©1995 - 2017