Excite

Saab, riparte la produzione

La produzione all'interno dello stabilimento di Trollhättan, in Svezia, lo storico quartier generale della casa automobilistica nordeuropea Saab, è ripartita oggi, dopo alcuni giorni (circa cinquanta) di stop forzato a causa dell'impossibilità dell'azienda di pagare i fornitori. Alla presenza di Victor Muller, Chief Executive Officer della società svedese, e di Mr. Pang Qinghua, Presidente ed Amministratore Delegato di Pang Da Automobile, la società cinese intervenuta in aiuto di Saab, la linea di assemblaggio dell'impianto di Trollhättan ha sfornato oggi le prime cento automobili: tra di esse, le prime due ad uscire completate dalla catena di montaggio sono state un esemplare della berlina Saab 9-5 (nella versione Aero XWD, di colore argento metallizzato) ed un esemplare di Saab 9-3 Cabriolet Independence Edition (ovviamente arancio).

Soltanto lunedì, tuttavia, lo stabilimento di Trollhättan tornerà a produrre veicoli a regime normale: 218 unità ogni giorno. Saab deve soddisfare 6.500 ordinazioni, 1.300 delle quali vengono proprio da Pang Da Automobile, a cui si aggiungo 1.600 Saab 9-4X da sfornare per il mercato americano. La casa automobilistica svedese, per la precisione, ha stretto un accordo con la società orientale, che possiede una rete di oltre mille concessionarie in Cina: il legame diventerà effettivo soltanto quando Pang Da Automobile acquisterà il 24% di Spyker (che per questo sarà chiamata Swedish Automobile NV), con una spesa di 65 milioni di euro. Entro giugno, Pang Da Automobile verserà la cifra nelle casse di Saab, acquistando il lotto di vetture suddetto da rivendere in Cina.

Sarà riuscita a lasciarsi alle spalle la crisi, la casa automobilistica svedese, o i problemi per Saab si sono spostati soltanto un poco più in là? I progetti del brand, per il futuro, sono tanti ed interessanti: riuscirà a metterli in pratica tutti?

Foto: Autoblog.it

motori.excite.it fa parte del Canale Blogo Motori - Excite Network Copyright ©1995 - 2017