Excite

Schumacher paralizzato sulla sedia rotelle e non può parlare: le terribili condizioni. Gravissimo anche Bianchi

Michael Schumacher "sta meglio ma è tutto relativo, è difficile perché non può parlare, sta sulla sedia a rotelle, paralizzato, ha problemi di memoria e di parola." Le tristi rivelazioni arrivano dalla Francia, e precisamente dall'ex pilota Philippe Streiff, tetraplegico dal 1989 per un duro impatto in pista durante una serie di test, che in un'intervista ha raccontato ciò che sa, e che ha visto, delle condizioni di salute del pluricampione tedesco in seguito al gravissimo incidente del 29 dicembre scorso sulle nevi svizzere di Meribel.

Schumacher in coma, le prime pagine dei siti stranieri

Sempre in Svizzera, nella sua villa di Gland, Schumacher sta ora affrontando il suo difficilissimo percorso di riabilitazione dopo il coma e la paura di non uscire vivo dalla violenta caduta. A proposito, ancora nell'intervista a Europe 1, si dice che stare in famiglia consente all'ex pilota Ferrari "di recuperare più in fretta. Sembra che comunichi con gli occhi con la moglie e l’addetto stampa", ma le condizioni restano pur sempre difficilissime. Mentre ancora più gravi sembrano essere quelle di Jules Bianchi.

Incidente Jules Bianchi: la fotogallery dell'impatto

Sempre il francese Streiff non ha parole confortanti per il giovane pilota suo connazionale, scontratosi a grande velocità contro una gru mobile presente in pista durante il Gran premio di Suzuka del 5 ottobre scorso: "Purtroppo le notizie non sono buone, Jules è ancora in terapia intensiva dopo sei settimane dal suo incidente e non è ancora idoneo al trasporto. È molto grave e ho paura che se uscirà dal coma sarà molto difficile per lui e la sua famiglia."

motori.excite.it fa parte del Canale Blogo Motori - Excite Network Copyright ©1995 - 2017